Navigation

Mariupol, partono i bus degli sfollati

Contenuto esterno

In mattinata verso le 7 è iniziata l'evacuazione dei civili dalla città occupata dall'esercito russo Mariupol. Lo ha riferito il collaboratore del sindaco della città portuale Petro Andryushchenko su Radio Svoboda.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 maggio 2022 - 13:45

Gli autobus, che dovrebbero trasportare diverse persone che erano rimaste bloccate nei sotterranei dell'acciaieria Azovstal, raccoglieranno anche abitanti dei villaggi di Mangush e Berdyansk. Secondo gli accordi stipulati sarà consentito ai residenti di unirsi con mezzi privati alla colonna di bus.

L'evacuazione delle persone dall'acciaieria Azovstal, secondo quanto ha precisato Kiev, non riguarda militari e feriti, perché le Nazioni Unite, che stanno assistendo l'operazione, non si assumono tale responsabilità. Intanto, secondo quanto riferiscono testimoni, le forze russe hanno ripreso i bombardamenti dell'acciaieria. Circa duecento civili si trovano ancora nei cunicoli sotto lo stabilimento industriale.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?