La televisione svizzera per l’Italia

Aumentano le entrate illegali in Svizzera

Guardie di confine alla prese con migranti alla stazione di Chiasso.
Guardie di confine alla prese con migranti alla stazione di Chiasso. © Ti-press

Lo spostamento delle rotte migratorie all’interno dei Balcani ha favorito l’aumento del numero di rifugiati e migranti che entrano illegalmente in Svizzera.

Solo nel mese di settembre si sono registrate 7’120 entrate illegali sul territorio elvetico. E la maggior parte passa dal Ticino. Lo indica l’Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini (UDSC). Si tratta di un numero superiore a quello di agosto e a quello del settembre di un anno fa.

Come comunica sempre l’UDSC, nell’agosto scorso sono stati registrati infatti poco meno di 5’800 soggiorni illegali e nel settembre 2022 circa 6’700. Fra le persone entrate in Svizzera illegalmente figurano soprattutto cittadini afghani, molti dei quali fermati in Ticino. Tuttavia, il numero di fermi è stato inferiore a quello dell’ottobre 2022, quando erano stati registrati circa 8’000 soggiorni illegali.

+ Sono aumentate del 43% le richieste di asilo in Svizzera nella prima metà del 2023

Il fatto che il Ticino figuri al momento come “porta” d’entrata privilegiata è dovuto principalmente allo spostamento delle rotte migratorie all’interno dei Balcani. Fino all’ottobre 2022, il tragitto verso l’Europa partiva dalla Serbia per poi passare attraverso l’Ungheria e l’Austria. In seguito, la situazione è cambiata: attualmente i rifugiati e i migranti arrivano in Italia e nel nord Europa passando attraverso la Serbia, la Bosnia, la Croazia e la Slovenia.

Vista la situazione, la Confederazione ha già rafforzato la protezione dei confini nel Ticino. A fine settembre, Berna ha spostato a sud delle Alpi personale aggiuntivo dalla Svizzera tedesca.

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR