La televisione svizzera per l’Italia

Allarme bomba in un centro federale d’asilo

Il Centro federale d'asilo di Glaubenberg.
Foto d'archivio. Il centro federale può ospitare fino a 340 ospiti. KEYSTONE

Nella notte tra lunedì e martedì, il Centro federale d'asilo (CFA) del Glaubenberg, nel canton Obvaldo, è stato evacuato a causa di un allarme bomba. Fino ad ora non è tuttavia stata trovata traccia di esplosivo.

La Segreteria di Stato della migrazione (SEMCollegamento esterno), informa che i richiedenti asilo sfollati sono stati 240 e si prevede che possano fare ritorno al Centro già nel pomeriggio.

La minaccia è giunta al personale del Centro in forma scritta lunedì sera. D’accordo con la SEM, il responsabile delle operazioni ha ordinato immediatamente lo sfollamento del personale e dei richiedenti asilo. Questi sono stati trasferiti in autobus in altri due centri di accoglienza della SEM nella Svizzera centrale, dove hanno trascorso la notte.

Il consigliere federale Beat Jans, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), è stato informato dell’allarme bomba e dell’operazione di polizia e ha ringraziato la polizia e i vigili del fuoco per la loro risposta rapida e professionale.

+ Nuovo centro asilo speciale per richiedenti problematici

Non è noto chi abbia lanciato l’allarme bomba. La SEM sporgerà in ogni caso denuncia. Il Centro federale d’asilo del Glaubenberg è stato ricavato da un ex accantonamento militare e può ospitare fino a 340 richiedenti asilo.

La polizia cantonale di Obvaldo è stata supportata nell’operazione da personale specializzato delle forze di polizia cantonali di Nidvaldo, Lucerna, Zurigo e Berna. Gli agenti hanno perquisito l’alloggio per diverse ore con i cani per il rilevamento di esplosivi. Oltre alla polizia, sono intervenuti anche i pompieri di Sarnen e il servizio di soccorso del canton Obvaldo.

Attualità

bandiere in un viale

Altri sviluppi

Le spie vanno espulse sistematicamente

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Consiglio degli Stati ha approvato lunedì una mozione che prevede di rafforzare i meccanismi di espulsione per gli agenti stranieri.

Di più Le spie vanno espulse sistematicamente
Tre donne prese di schiena in un centro federale d'accoglienza.

Altri sviluppi

Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Le donne afgane continueranno in linea di principio a ricevere asilo in Svizzera. La prassi attuale della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) potrà essere sostanzialmente mantenuta.

Di più Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera
Un treno entra in una stazione di periferia.

Altri sviluppi

Mezzi pubblici regionali un po’ meno puntuali

Questo contenuto è stato pubblicato al Per l'insieme della Svizzera, il 94,46% dei treni è arrivato a destinazione con meno di tre minuti di ritardo rispetto all'orario stabilito, contro il 94,92% nell'anno precedente. Nel settore degli autobus, il numero delle corse puntuali si situa sotto la soglia del 90%.

Di più Mezzi pubblici regionali un po’ meno puntuali
Un cacciatore.

Altri sviluppi

Caccia alta nei Grigioni aperta anche ai lupi

Questo contenuto è stato pubblicato al L'abbattimento dei lupi nei Grigioni, a determinate condizioni, sarà estesa quest'autunno per la prima volta ai titolari delle patenti per la caccia alta.

Di più Caccia alta nei Grigioni aperta anche ai lupi
baume schneider su schermi durante discorso

Altri sviluppi

Baume-Schneider: “Al mondo serve un accordo anti-pandemia”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale e direttrice del Dipartimento federale dell'interno (DFI) Elisabeth Baume-Schneider ha invitato i membri dell'OMS a impegnarsi per un'intesa contro le pandemie.

Di più Baume-Schneider: “Al mondo serve un accordo anti-pandemia”

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR