La televisione svizzera per l’Italia

Raccolto a Parigi un miliardo di euro per l’Ucraina

"Sono felice di poter annunciare che abbiamo racconlto intorno al miliardo di euro per aiutare l'Ucraina a superare l'inverno": è quanto annunciato dalla ministra degli Esteri francese, Catherine Colonna, al termine della conferenza per l'Ucraina a Parigi. In conferenza stampa al fianco del premier ucraino, Denys Chmyhal, Colonna ha tenuto a precisare che "si tratta di doni nuovi, di contributi in natura, non di prestiti".

Contenuto esterno

Il ministro degli Esteri ha quindi precisato che “415 milioni saranno destinati all’energia, 25 milioni per l’acqua, 38 milioni per l’alimentazione, 17 milioni per la salute, 22 milioni per i trasporti e ci sono 493 milioni ancora da attribuire”. 

Premessa del vertice

Il presidente francese Emmanuel Macron ha sottolineato la volontà della comunità internazionale di aiutare gli ucraini a “resistere durante questo inverno” di fronte a una Russia che si comporta in modo “vile” e il cui obiettivo è quello di “farli sprofondare nell’oscurità e nel freddo”. “La Russia, le cui debolezze militari sono state messe a nudo, ha optato per una cinica strategia di distruzione delle infrastrutture civili al fine di mettere in ginocchio l’Ucraina”, ha dichiarato all’apertura della conferenza. Ha poi accusato Mosca di aver agito in modo “codardo” per “terrorizzare i civili, per cercare di spezzare la schiena perché non possono tenere la linea del fronte”.

Spesso criticato per la sua insistenza sui negoziati tra Mosca e Kiev, Emmanuel Macron ha chiarito che spetta all’Ucraina “decidere le condizioni per una pace giusta e duratura”. Ha affermato che il “piano di pace in dieci punti” del suo omologo ucraino Volodymyr Zelensky è “un’ottima base su cui costruiremo insieme”.

Ma “nell’immediato futuro, l’emergenza è sostenere la capacità di resistenza del popolo ucraino”, ha detto, auspicando contributi internazionali “commisurati alla posta in gioco”. Ha poi annunciato un ulteriore aiuto francese di 76,5 milioni di euro per superare l’inverno all’inizio del 2023, “nel campo dell’elettricità e dell’energia”. L’importo si aggiunge ai 48,5 milioni di euro già annunciati e in via di erogazione “per le priorità individuate dalla conferenza: 27 milioni per l’emergenza invernale, il resto suddiviso tra sfollati, violenza sessuale, aiuti alimentari e sicurezza mentale”.

Almeno 800 milioni

Da parte sua, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha sottolineato – in un intervento in videoconferenza – come le infrastrutture energetiche del Paese, devastate dagli attacchi russi, necessitino di “almeno 800 milioni di euro” di aiuti di emergenza per soddisfare le esigenze della popolazione durante l’inverno.

“Il nostro sistema energetico ha bisogno, almeno fino alla fine della stagione di riscaldamento, di un aiuto d’emergenza da parte del sistema energetico europeo, cioè l’importazione di elettricità dai Paesi dell’UE all’Ucraina”, ha continuato Zelensky. “Spero che queste decisioni vengano prese nell’ambito di questa conferenza”, ha aggiunto.

“I generatori sono diventati necessari come i veicoli blindati e i gilet antiproiettile”, ha dichiarato il presidente ucraino, che ha stimato i costi per ripristinare le infrastrutture distrutte dagli attacchi russi in 1,5 miliardi di euro.

Attualità

Manifestanti eritrei sulla Piazza federale.

Altri sviluppi

Gli eritrei manifestano per i loro diritti in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Le e i partecipanti hanno contestato a Berna i ventilati respingimenti verso Stati terzi e l'obbligo del passaporto per l'ottenimento del permesso di soggiorno.

Di più Gli eritrei manifestano per i loro diritti in Svizzera
Due pompieri osservano la portata del Rodano nei pressi di Sierre.

Altri sviluppi

Maltempo, situazione in lento miglioramento in Vallese

Questo contenuto è stato pubblicato al Nonostante il lieve calo delle acque del Rodano e dei suoi affluenti, il livello di allarme e lo stato d'emergenza non vengono revocati.

Di più Maltempo, situazione in lento miglioramento in Vallese
Bimbi attorno a un cratere formato dalle bombe israeliane.

Altri sviluppi

Bombe vicino alla Croce Rossa a Gaza

Questo contenuto è stato pubblicato al L'esercito israeliano è tornato a bombardare pesantemente Gaza la scorsa notte: i morti sono almeno 22 e i feriti 45.

Di più Bombe vicino alla Croce Rossa a Gaza
Due veicoli della polizia in centro a Zurigo.

Altri sviluppi

‘ndrangheta, indagate tre persone residenti in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al L'Antimafia di Catanzaro chiede assistenza giudiziaria a Berna nell'ambito di un'indagine sulla cosca Maiolo, perquisizioni a Zurigo, Berna e Turgovia.

Di più ‘ndrangheta, indagate tre persone residenti in Svizzera
Interventi nei pressi della centrale idroelettrica a Vissoie nella val d'Anniviers (Vallese).

Altri sviluppi

Maltempo, sfollate 230 persone in Vallese

Questo contenuto è stato pubblicato al Il cantone bilingue è la zona più colpita da frane e inondazioni dovute alle intense precipitazioni di questi giorni. Zermatt isolata a causa degli smottamenti e dell'esondazione della Vispa. Preoccupano i corsi d'acqua delle valli laterali.

Di più Maltempo, sfollate 230 persone in Vallese
Donna in carrozzina.

Altri sviluppi

L’80% delle stazioni accessibili alle persone disabili

Questo contenuto è stato pubblicato al I recenti interventi di adeguamento negli scali ferroviari e alle fermate periferiche hanno migliorato l'agibilità degli stessi ma non sono stati rispettati gli obiettivi legali.

Di più L’80% delle stazioni accessibili alle persone disabili
I legali della potente famiglia Hinduja, Nicolas Jeandin (sinistra) e Robert Assael, che hanno preannunciato ricorso.

Altri sviluppi

La potente famiglia Hinduja condannata per usura

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Tribunale di Ginevra infligge pesanti pene detentive a quattro componenti della ricchissima famiglia indiana per aver sfruttato i domestici, pagati tra i 200 e i 400 franchi al mese.

Di più La potente famiglia Hinduja condannata per usura
Rishi Sunak

Altri sviluppi

Sul Partito conservatore britannico si abbatte lo scandalo scommesse

Questo contenuto è stato pubblicato al A due settimane dalle elezioni, il partito del premier Rishi Sunak non solo è dato ai minimi storici, ma è anche scombussolato dalle dimissioni di direttore della campagna elettorale Tony Lee, coinvolto nello scandalo delle scommesse fatte sulla data del voto.

Di più Sul Partito conservatore britannico si abbatte lo scandalo scommesse
Zermatt

Altri sviluppi

Rischio esondazioni, Zermatt tagliata fuori dal mondo

Questo contenuto è stato pubblicato al Da venerdì mattina, la località turistica ai piedi del Cervino è inaccessibile. A causa del rischio di esondazione del torrente Vispa, nessun treno circola tra Visp e Zermatt, che non è raggiungibile neppure via strada a causa di smottamenti nella località.

Di più Rischio esondazioni, Zermatt tagliata fuori dal mondo
donald sutherland

Altri sviluppi

Il cinema in lutto per la scomparsa di Donald Sutherland

Questo contenuto è stato pubblicato al L'attore canadese è morto giovedì all'età di 88 anni. Dopo gli esordi teatrali e parti minori, Sutherland conobbe il successo alla fine degli anni '60, con La sporca dozzina e Mash.

Di più Il cinema in lutto per la scomparsa di Donald Sutherland

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR