La televisione svizzera per l’Italia

Migliaia di manifestanti a Berna hanno chiesto aumenti di salari e pensioni

Sabato a Berna fino a 20.000 persone hanno manifestato per ottenere salari e pensioni più alti.
"Profitti in aumento, salari in calo? Non con noi!" era scritto su uno dei tanti striscioni portati. © Keystone /peter Schneider

Migliaia di persone si sono radunate sabato a Berna per una manifestazione nazionale a favore del potere d'acquisto. I e le manifestanti hanno chiesto salari e pensioni più alti per compensare l'aumento del costo della vita.

Sabato a Berna 20’000 persone  hanno manifestato per l’aumento dei salari e delle pensioni. La manifestazione nazionale per il potere d’acquisto è stata il preludio alle trattative salariali in diversi settori e alle prossime campagne referendarie.

I e le partecipanti alla manifestazione sono arrivati da ogni parte del Paese, ha constatato un corrispondente dell’agenzia di stampa Keystone-ATS sul posto. Il corteo che ha attraversato il centro della capitale fino a Piazza federale si è dovuto dividere per rispettare il programma.

Altri sviluppi

Le persone presenti hanno esortato la politica a prendere rapidamente misure per ridurre i premi dell’assicurazione malattia. Hanno inoltre chiesto che le persone che vivono in abitazioni in affitto vengano protette dagli abusi e dai rendimenti eccessivi nel settore immobiliare.

“Tutto diventa più costoso – salari e pensioni devono aumentare!”, “Profitti in aumento, salari in calo? Non con noi!”, “È tempo di salari più alti” sono alcune delle scritte che erano presenti sugli striscioni e i cartelli nella folla.

Contenuto esterno

“La situazione attuale lo permette”

Pierre-Yves Maillard, presidente dell’Unione sindacale svizzera (USS), ha evocato i negoziati salariali d’autunno. “Nel 2023 i redditi reali dei dipendenti sono diminuiti per la terza volta consecutiva, è necessario impedire un quarto ciclo di salari al ribasso”, ha detto, prima di aggiungere che “i tempi sono maturi per un aumento. La disoccupazione è al 2% e i profitti e i dividendi sono più alti che mai. In questa situazione, è necessario garantire che i salari siano in linea con il costo della vita”.

Nel comunicato congiunto degli organizzatori si afferma che sono necessari aumenti salariali generali che vadano oltre gli aumenti dei premi assicurativi, degli affitti, dell’elettricità e degli aumenti generali dei prezzi. “Per i lavoratori, la fine del mese si fa sempre più difficile. La grande manifestazione di oggi lancia un segnale chiaro: in un Paese ricco come la Svizzera, c’è abbastanza denaro per vivere bene”, scrivono.

+ Sanità, per Berset si sta andando nella direzione sbagliata

Il costo dei premi di cassa malattia “è diventato letteralmente insopportabile”. Per gli organizzatori della manifestazione è necessario aumentare in modo sostanziale i sussidi per alleggerire l’onere sui redditi medi e bassi, invece di ridurre le tasse alle fasce più benestanti della popolazione. Anche l’esplosione degli affitti deve essere fermata, limitando il margine di aumento possibile. Per quanto riguarda il mercato dell’elettricità, “non si deve più permettere ai grandi gruppi di rastrellare miliardi di profitti scaricando i rischi sui consumatori sotto forma di tariffe più alte”.

La manifestazione è stata organizzata da un’ampia alleanza a favore del potere d’acquisto, che riunisce, oltre all’USS, Travail.Suisse, l’Associazione degli inquilini, il Partito socialista e i Verdi. Questa mobilitazione – promettono – è solo l’inizio: le battaglie continueranno, sia nelle trattative salariali per settore che nelle prossime campagne referendarie sui premi sanitari e sulle pensioni.

Attualità

La droga sequestrata dalla polizia di Berna.

Altri sviluppi

Maxi sequestro di droga a Berna

Questo contenuto è stato pubblicato al Durante retate svolte questa settimana nei cantoni di Berna e Friburgo le forze dell'ordine hanno sequestrato circa una tonnellata di hashish e marijuana e arrestato diverse persone. Le indagini sono ancora in corso.

Di più Maxi sequestro di droga a Berna
Passeggeri in attesa all'aeroporto.

Altri sviluppi

Tilt informatico, problemi anche in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Colpito soprattutto il traffico aereo a Zurigo-Kloten e il settore energetico, risparmiate invece le banche e la Borsa.

Di più Tilt informatico, problemi anche in Svizzera
Nemo all'ultima edizione dell'Eurovision Song Contest.

Altri sviluppi

L’Eurovision a Ginevra o Basilea

Questo contenuto è stato pubblicato al Scartate le candidature di Zurigo e Berna/Bienne. La sede della prossima edizione della seguitissima manifestazione canora continentale sarà decisa il prossimo mese.

Di più L’Eurovision a Ginevra o Basilea
Militari impegnati a Cevio (Valle Maggia)

Altri sviluppi

Maltempo, prorogato l’intervento dell’esercito in Ticino

Questo contenuto è stato pubblicato al L’Esercito prolunga fino al 28 luglio l’impiego di aiuto militare in caso di catastrofe in Ticino per poter concludere la costruzione del ponte a Cevio e ripristinare le strade di Val Bavona e Lavizzara.

Di più Maltempo, prorogato l’intervento dell’esercito in Ticino
Abbé Pierre

Altri sviluppi

Accuse di abusi sessuali contro l’Abbé Pierre

Questo contenuto è stato pubblicato al Sette donne, tra cui una minorenne ai tempi dei fatti contestati, sostengono di aver subito molestie sessuali, per lungo tempo, da parte del celebre presbitero francese.

Di più Accuse di abusi sessuali contro l’Abbé Pierre
Joe Biden

Altri sviluppi

Biden ha il Covid

Questo contenuto è stato pubblicato al Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha contratto l'infezione ma assicura di sentirsi bene. La notizia rischia però di far aumentare la pressione per un suo possibile ritiro dalla corsa elettorale

Di più Biden ha il Covid
La presidente Viola Amherd (a destra) con alcuni partecipanti al vertice della Comunità politica europea.

Altri sviluppi

Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea

Questo contenuto è stato pubblicato al Si è aperto oggi al Blenheim Palace di Woodstock, comune del sud dell'Inghilterra nei pressi di Oxford, il quarto vertice della Comunità politica europea (CPE).

Di più Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR