La televisione svizzera per l’Italia

Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera

Tre donne prese di schiena in un centro federale d'accoglienza.
I prerequisiti necessari per beneficiare dell'asilo sono stati ridotti per le donne afghane e il ricongiungimento familiare è stato reso possibile per i coniugi e i figli. KEYSTONE/© KEYSTONE / MICHAEL BUHOLZER

Le donne afgane continueranno in linea di principio a ricevere asilo in Svizzera. La prassi attuale della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) potrà essere sostanzialmente mantenuta.

Lo ha deciso il Consiglio nazionale approvando una mozione che ne precisa le modalità. “No” invece, seppur di strettissima misura, a un intervento dell’UDC che chiedeva un passo indietro.

Quest’ultima proposta, inoltrata dal consigliere nazionale democentrista zurighese Gregor Rutz, chiedeva di annullare un cambiamento di prassi SEM. Se fino al luglio 2023, stando a Rutz, le ragazze afghane potevano rivendicare lo statuto di persona ammessa provvisoriamente dopo un esame individuale, ora i prerequisiti necessari per beneficiare dell’asilo sono stati ridotti e il ricongiungimento familiare è stato reso possibile per i coniugi e i figli.

A parere del consigliere nazionale, tale modifica della prassi rischia di incitare molte afghane, molte delle quali vivono nei paesi confinanti con l’Afghanistan, a mettersi in viaggio per venire in Svizzera. Per il deputato, il cambio di prassi della SEM compromette gli sforzi dell’Europa per risolvere la crisi in materia d’asilo e rafforza la migrazione secondaria: persone che da tempo vivono in Paesi terzi raggiungono la Svizzera e vi si installano grazie allo statuto dell’asilo o dell’ammissione provvisoria.

Contenuto esterno

Per una risicata maggioranza del Nazionale (92 voti a 91 e 10 astenuti), la mozione di Rutz è però eccessiva. Per fare chiarezza, la Commissione delle istituzioni politiche del Nazionale (CIP-N) ha comunque depositato una mozione che chiede al Consiglio federale di intervenire.

Domande esaminate individualmente

Quest’ultimo atto parlamentare – adottato oggi a larga maggioranza – chiede che le domande siano sempre esaminate individualmente e che, in caso di ricongiungimento familiare, i coniugi siano sottoposti a un controllo di sicurezza. Chiede inoltre che le richieste delle donne afghane che hanno soggiornato in un Paese terzo siano valutate in funzione della situazione in tale Stato.

Nel suo intervento, il consigliere federale Beat Jans ha assicurato che già oggi la SEM esamina i dossier caso per caso. Se la persona in questione arriva da un Paese sicuro l’asilo non viene inoltre concesso.

Dati alla mano, il consigliere federale ha smentito l’esistenza di effetto di richiamo (“pull effect”). Il numero di arrivi è infatti in calo. Concernente il ricongiungimento familiare, Jans ha ricordato come questo concerna un numero estremamente limitato di casi: sette uomini dall’inizio dell’anno.

Attualità

Interventi nei pressi della centrale idroelettrica a Vissoie nella val d'Anniviers (Vallese).

Altri sviluppi

Maltempo, sfollate 230 persone in Vallese

Questo contenuto è stato pubblicato al Il cantone bilingue è la zona più colpita da frane e inondazioni dovute alle intense precipitazioni di questi giorni. Zermatt isolata a causa degli smottamenti e dell'esondazione della Vispa. Preoccupano i corsi d'acqua delle valli laterali.

Di più Maltempo, sfollate 230 persone in Vallese
Donna in carrozzina.

Altri sviluppi

L’80% delle stazioni accessibili alle persone disabili

Questo contenuto è stato pubblicato al I recenti interventi di adeguamento negli scali ferroviari e alle fermate periferiche hanno migliorato l'agibilità degli stessi ma non sono stati rispettati gli obiettivi legali.

Di più L’80% delle stazioni accessibili alle persone disabili
I legali della potente famiglia Hinduja, Nicolas Jeandin (sinistra) e Robert Assael, che hanno preannunciato ricorso.

Altri sviluppi

La potente famiglia Hinduja condannata per usura

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Tribunale di Ginevra infligge pesanti pene detentive a quattro componenti della ricchissima famiglia indiana per aver sfruttato i domestici, pagati tra i 200 e i 400 franchi al mese.

Di più La potente famiglia Hinduja condannata per usura
Rishi Sunak

Altri sviluppi

Sul Partito conservatore britannico si abbatte lo scandalo scommesse

Questo contenuto è stato pubblicato al A due settimane dalle elezioni, il partito del premier Rishi Sunak non solo è dato ai minimi storici, ma è anche scombussolato dalle dimissioni di direttore della campagna elettorale Tony Lee, coinvolto nello scandalo delle scommesse fatte sulla data del voto.

Di più Sul Partito conservatore britannico si abbatte lo scandalo scommesse
Zermatt

Altri sviluppi

Rischio esondazioni, Zermatt tagliata fuori dal mondo

Questo contenuto è stato pubblicato al Da venerdì mattina, la località turistica ai piedi del Cervino è inaccessibile. A causa del rischio di esondazione del torrente Vispa, nessun treno circola tra Visp e Zermatt, che non è raggiungibile neppure via strada a causa di smottamenti nella località.

Di più Rischio esondazioni, Zermatt tagliata fuori dal mondo
donald sutherland

Altri sviluppi

Il cinema in lutto per la scomparsa di Donald Sutherland

Questo contenuto è stato pubblicato al L'attore canadese è morto giovedì all'età di 88 anni. Dopo gli esordi teatrali e parti minori, Sutherland conobbe il successo alla fine degli anni '60, con La sporca dozzina e Mash.

Di più Il cinema in lutto per la scomparsa di Donald Sutherland
scritta kaspersky su un edificio

Altri sviluppi

L’anti-virus Kaspersky vietato negli Stati Uniti

Questo contenuto è stato pubblicato al Le autorità americane hanno vietato la vendita del software sviluppato dall'omonima azienda russa. Washington teme che vi sia un rischio per la sicurezza, visti i sospetti di troppa vicinanza con il Cremlino.

Di più L’anti-virus Kaspersky vietato negli Stati Uniti
persone sostengono una barella

Altri sviluppi

Oltre mille pellegrini morti per il caldo alla Mecca

Questo contenuto è stato pubblicato al Il tradizionale pellegrinaggio annuale nella città natale di Maometto si è trasformato in tragedia per centinaia di persone, decedute a causa del caldo torrido.

Di più Oltre mille pellegrini morti per il caldo alla Mecca
anfiteatro

Altri sviluppi

Tre mosaici romani portati alla luce ad Avenches

Questo contenuto è stato pubblicato al Gli archeologi hanno scoperto tre mosaici del II e III secolo d.C. in quella che era la più importante città romana in territorio elvetico.

Di più Tre mosaici romani portati alla luce ad Avenches
donna taglia il traguardo

Altri sviluppi

A Losanna gli esseri umani sono più veloci del metró

Questo contenuto è stato pubblicato al Nell'ambito delle celebrazioni per il 30esimo anniversario dell'ottenimento del titolo di "capitale olimpica", a Losanna è stata organizzata una competizione assai particolare, che ha visto per protagonisti la metropolitana e tre squadre di corridori.

Di più A Losanna gli esseri umani sono più veloci del metró

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR