Navigation

Sparatoria a Liegi, quattro morti

Quattro persone sono morte durante una sparatoria martedì mattina a Liegi, in Belgio. Si tratta di due poliziotti, un passante e il killer. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 maggio 2018 - 11:57
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Un uomo, di cui non è nota l'identità, ha aperto il fuoco contro due agenti uccidendoli e ha preso in ostaggio una donna delle pulizie all'interno di un liceo. Lo sparatore sarebbe stato a sua volta ucciso dalle forze dell'ordine. Diversi media riferiscono che nello scontro è rimasto ucciso anche un passante e altri due agenti sarebbero rimasti feriti. 

Secondo fonti di polizia citate dai media belgi, l'uomo avrebbe gridato 'Allah è grande' prima di essere abbattuto dagli agenti. A scriverlo in particolare sono la Libre Belgique e la Dernière Heure. Non ci sono tuttavia conferme ufficiali.

L'autore della sparatoria sarebbe uscito dalla vicina prigione di Lantin soltanto ieri. Ed è in seguito ad un controllo di documenti che la situazione sarebbe precipitata. È quanto riportano diversi media belgi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.