Attacco nella Silicon Valley Sparatoria alla sede di Youtube

Una donna ha aperto il fuoco all'interno della sede del sito di condivisione video Youtube nella Silicon Valley, in California, ferendo tre persone prima di togliersi la vita. 


L'autrice del gesto era una 39enne di origini iraniane che gestiva un sito internet dove pubblicava contenuti sul veganesimo e la cultura persiana intercalati con attacchi verbali contro Youtube, che la donna accusava di censura. 

Le tre persone ferite non hanno apparentemente nessuna relazione con la donna, che si è avvicinata a un punto di ristoro all'esterno della società durante l'ora di pranzo di martedì e ha cominciato a sparare prima di entrare nell'edificio. 

Le condizioni di una delle vittime, un uomo di 36 anni, sono critiche, ha comunicato la polizia che ha definito invece "gravi" le ferite subite da una donna di 32 anni e "non preoccupanti" quelle della terza vittima, una 27enne.   

La sparatoria avviene durante una fase particolarmente intensa del dibattito sul possesso di armi da fuoco negli Stati Uniti, riaccesosi dopo l'uccisione di 17 persone in un liceo in Florida

Secondo una statistica pubblicata dal Washington PostLink esterno, negli Stati Uniti sono state ben 150 le sparatorie nelle quali sono morte più di quattro persone dal 1966 ad oggi.  Sono stati solo tre i casi dove a sparare è stata una donna.  

Parole chiave