La televisione svizzera per l’Italia

Abusi nella Chiesa, indagato il vicario generale di Friburgo

Ombre sulla chiesa svizzera
Ombre sulla chiesa svizzera © Keystone / Laurent Gillieron

Bernard Sonney, denunciato da una presunta vittima, si è autosospeso. Segnalato anche un sacerdote a Neuchâtel.

La lunga coda dello scandalo degli abusi che sta scuotendo la Chiesa svizzera sembra non avere fine. A fornire ulteriori dettagli, nel quadro di un’operazione di trasparenza voluta dai vescovi elvetici, che già avevano commissionato lo studio sulle violenze in ambito religioso dalla metà del secolo scorso, è stata la conferenza stampa tenutasi venerdì a Losanna.

In seguito a una segnalazione alle autorità penali da parte di una presunta vittima, il vicario generale della diocesi di Losanna, Ginevra e Friburgo, Bernard Sonney, ha deciso di sospendersi dalla sua carica fino al termine dell’indagine.

+ Abusi nella Chiesa, oltre 900 vittime, “è solo la punta dell’iceberg”

In proposito la diocesi ha precisato che il braccio destro del vescovo Charles Morerod, ha preferito farsi da parte per non interferire con l’inchiesta in corso, ha indicato oggi la diocesi ai media. La curia romanda ha inoltre annunciato di aver sospeso un prete nel canton Neuchâtel per fatti, di cui non sono stati forniti dettagli, commessi all’estero e segnalati da un presule straniero.

Attualmente la diocesi è priva di sacerdoti alla sua testa dal momento che monsignor Morerod, operato a metà settembre in seguito a due ematomi subdurali alla testa, è sempre convalescente – non si è presentato davanti alla stampa – e il suo vicario si è autosospeso. In loro sostituzione opera ad interim un comitato di gestione, formato da quattro laici, istituito su richiesta dello stesso Morerod.

Il vicario generale Sonney non è l’unico dignitario cattolico di alto rango ad essere oggetto di un’inchiesta nella Confederazione. A metà settembre l’abate di St. Maurice (VS) e membro della Conferenza dei vescovi svizzeri (CVS), monsignor Jean Scarcella, ha annunciato di essere sotto indagine da parte di Roma per presunti abusi sessuali. Al fine di garantire l’indipendenza dell’inchiesta, anche Scarcella ha deciso di sospendere il suo incarico di abate di Saint-Maurice fino alla fine dell’indagine.

Lo studio pubblicato il 12 settembre, condotto da ricercatori dell’Università di Zurigo, ha individuato almeno 1’002 casi di abusi sessuali commessi da membri del clero cattolico e da religiosi a partire dal 1950. Secondo gli studiosi si tratta solo della punta dell’iceberg, poiché la maggior parte dei casi non è stata denunciata o i documenti sono stati nel frattempo distrutti.

Le violenze venute alla luce sono state perpetrate da 510 persone ai danni di 921 vittime (il 56% di queste erano uomini e nel 74% dei casi si trattava di minori). L’indagine documenta atti che vanno da un superamento problematico dei limiti deontologici agli abusi più gravi, che comprendono lo stupro.

La diocesi ha ribadito di collaborare pienamente con specialisti esterni e con le autorità civili, affinché casi di abusi di natura sessuale non possano ripetersi.


Attualità

Soccorritori a bordo del fiume dove sono scomparsi i due bus.

Altri sviluppi

Due bus travolti da una frana in Nepal, 66 persone disperse

Questo contenuto è stato pubblicato al Due autobus su cui viaggiavano 24 e 42 persone sono improvvisamente stati travolti da una frana e sono precipitati in un fiume. L’incidente è avvenuto venerdì a Simaltal, a circa 120 chilometri a ovest della capitale del Nepal, Kathmandu.

Di più Due bus travolti da una frana in Nepal, 66 persone disperse
L'impalcatura crollata.

Altri sviluppi

Crolla un’impalcatura a Prilly vicino a Losanna, morte tre persone

Questo contenuto è stato pubblicato al Due persone sono morte venerdì mattina nel crollo di un'impalcatura a Prilly, ad ovest di Losanna. Quattro persone sono rimaste gravemente ferite e altre cinque hanno riportato lesioni minori.

Di più Crolla un’impalcatura a Prilly vicino a Losanna, morte tre persone
Una vettura della polizia di San Gallo.

Altri sviluppi

Un uomo ferisce con un machete cinque persone a San Gallo

Questo contenuto è stato pubblicato al Un uomo di 34 anni ha ferito ieri sera con un machete cinque persone, alcune delle quali gravemente, all'interno e all'esterno di un condominio di San Gallo.

Di più Un uomo ferisce con un machete cinque persone a San Gallo
Il learning center del politecnico federale di Losanna.

Altri sviluppi

Le rette dei politecnici federali triplicheranno per gli stranieri

Questo contenuto è stato pubblicato al Per gli studenti stranieri frequentare i politecnici di Losanna e Zurigo sarà decisamente più caro. Il Consiglio dei Politecnici federali (PF) in accordo con il Parlamento vuole triplicare le tasse di iscrizione.

Di più Le rette dei politecnici federali triplicheranno per gli stranieri
Giorgio Armani.

Altri sviluppi

I novant’anni dello stilista Giorgio Armani

Questo contenuto è stato pubblicato al Nato a a Piacenza nel 1934, Armani è a capo di un gruppo fieramente indipendente, simbolo del made in Italy. Lo stilista italiano è ancora deciso a rimanere alla guida del gruppo, sebbene il momento di lasciare le redini si avvicina sempre di più.

Di più I novant’anni dello stilista Giorgio Armani
Case distrutte in Val Bavona.

Altri sviluppi

Danni per maltempo stimati fino a 200 milioni

Questo contenuto è stato pubblicato al Il maltempo che da metà giugno a inizio luglio si è abbattuto sulla Svizzera, in particolare sul Ticino e il Vallese, ha causato danni assicurati per un totale di 160-200 milioni di franchi.

Di più Danni per maltempo stimati fino a 200 milioni
Tutti gli invitati al vertice della Nato davanti alla Casa Bianca per la foto di rito.

Altri sviluppi

Dalla Nato 40 miliardi di euro in aiuti militari all’Ucraina

Questo contenuto è stato pubblicato al I Paesi della Nato si sono impegnati a dare all'Ucraina almeno 40 miliardi di euro in aiuti militari "entro il prossimo anno" per sostenerla nella guerra contro la Russia.

Di più Dalla Nato 40 miliardi di euro in aiuti militari all’Ucraina
Il ponte distrutto dal maltempo vicino a Cevio in Vallemaggia.

Altri sviluppi

La strategia per meglio allertare la popolazione passa dal telefonino

Questo contenuto è stato pubblicato al La Confederazione ha presentato la sua nuova strategia per informare meglio la popolazione in caso di pericolo. Oltre ai tradizionali allarmi diffusi via app, radio o tramite sirene, in futuro verrà introdotto un nuovo sistema di allerta.

Di più La strategia per meglio allertare la popolazione passa dal telefonino

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR