Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Summit a Taormina Si apre "il G7 più impegnativo degli ultimi anni"

Clima, commercio internazionale, le sanzioni contro la Russia nell’ambito del dossier ucraino, la Corea del nord, la lotta al terrorismo e la crisi dei migranti. Sono alcuni dei temi che verranno affrontati al G7 di Taormina, apertosi venerdì. La posizione del presidente statunitense Donald Trump rimane la più grande incognita del summit.

(1)

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, ha lanciato un appello venerdì affinché tutti i membri del G7, vertice che si apre ovenerdì a Taormina, ribadiscano la politica delle sanzioni nei confronti della Russia sul dossier Ucraina. Washington rimane ambiguo sulla questione.

“Per il momento non abbiamo preso posizione”, ha dichiarato giovedì sera Gary Cohn, il consigliere economico del presidente statunitense Donald Trump. “Il presidente sta studiando la questione. Ci sono molte opzioni sul tavolo”.

Corea del Nord

Un altro dossier “caldo” è il “problema nordcoreano” che, stando a quanto dichiarato dal presidente della Casa Bianca al suo arrivo a Taormina, “sarà risolto”.

Washington sta negoziando con la Cina un piano di risoluzione ma nessun testo è ancora emerso dalle trattative.

Terrorismo

La lotta al terrorismo sarà uno dei temi più presenti ed è probabile che Theresa May torni con Trump sull'argomento della fuga di notizie sulle indagini per l'attentato di Manchester. Premier britannica a cui il presidente francese Macron ha offerto aiuto nel contrastare lo jihadismo, proposta fatta in uno dei tanti incontri bilaterali avvenuti a margine del vertice.

Clima e commercio, temi delicati

Il riscaldamento climatico, soggetto sul quale il presidente americano rifiuta sempre di esprimersi, "sarà il più complicato", secondo l'entourage del presidente francese Macron. Niente sembra indicare che i sette leader troveranno un terreno d'intesa su questo soggetto.

Altro punto delicato è il commercio internazionale e sul ruolo dell'OMC. "Avremo discussioni molto vigorose sul commercio e discuteremo su cosa davvero significa 'libero e aperto' ", ha detto lo statunitense Cohn.

tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 26.05.2017)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×