La televisione svizzera per l’Italia

La Cina non esclude di partecipare alla conferenza di pace sull’Ucraina

due uomini si stringono la mano
In febbraio il ministro degli esteri svizzero Ignazio Cassis (nella foto insieme al suo omologo cinese Wang Yi) era a Pechino per cercare di convincere la Cina a partecipare al vertice sull'Ucraina. KEYSTONE

L'ambasciatore cinese in Svizzera Wang Shihting ha dichiarato che Pechino sta valutando la possibilità di prender parte alla conferenza di pace sull'Ucraina che Berna dovrebbe organizzare ancora nel corso di quest'anno.

“Stiamo seguendo da vicino la conferenza sull’Ucraina che la Svizzera sta per organizzare e stiamo valutando la possibilità di parteciparvi”, ha dichiarato l’ambasciatore cinese Wang Shihting in un’intervistaCollegamento esterno pubblicata lunedì dalla Neue Zürcher Zeitung.

Il diplomatico non ha fornito ulteriori dettagli, limitandosi ad affermare che la Cina è favorevole alla promozione dei colloqui di pace e si è sempre impegnata in tal senso. Wang Shihting ha ribadito la strategia cinese per una fine politica del conflitto. La sovranità territoriale di tutti i Paesi e la Carta delle Nazioni Unite devono essere rispettate.

+ A margine del Forum economico mondiale di Davos, Svizzera e Ucraina hanno cercato di convincere un crescente numero di Paesi a sostenere la formula di pace elaborata da Volodymir Zelensky

Secondo la Cina, tutte le parti dovrebbero impegnarsi per porre fine alla guerra: “Non si deve permettere che la crisi si aggravi ulteriormente, o addirittura che sfugga di mano”, ha sottolineato l’ambasciatore.

La Svizzera intende organizzare una conferenza di pace ad alto livello con l’Ucraina, incentrata sul futuro dell’Ucraina e sulla “formula di pace ucraina”, con un piano in dieci punti per porre fine alla guerra di aggressione russa. Non si tratta di veri e propri colloqui di pace, poiché non è prevista la partecipazione della Russia.

+ Un vertice in Svizzera potrebbe portare la pace in Ucraina?

Ritiro immediato

La Cina, considerata un alleato della Russia, è stata ufficialmente invitata. L’Occidente spera di esercitare un’influenza su Mosca attraverso Pechino.

Le quattro riunioni sulla formula di pace tenutesi finora sono servite principalmente a rafforzare la coesione degli alleati dell’Ucraina. La Russia ha respinto il piano definendolo “fuori dalla realtà”. La formula di pace proposta dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky prevede il ritiro immediato di tutte le truppe russe da tutti i territori occupati. Il piano prevede anche sanzioni legali contro i politici e i militari russi responsabili dell’avvio della guerra.

Attualità

Tre donne prese di schiena in un centro federale d'accoglienza.

Altri sviluppi

Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Le donne afgane continueranno in linea di principio a ricevere asilo in Svizzera. La prassi attuale della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) potrà essere sostanzialmente mantenuta.

Di più Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera
Un treno entra in una stazione di periferia.

Altri sviluppi

Mezzi pubblici regionali un po’ meno puntuali

Questo contenuto è stato pubblicato al Per l'insieme della Svizzera, il 94,46% dei treni è arrivato a destinazione con meno di tre minuti di ritardo rispetto all'orario stabilito, contro il 94,92% nell'anno precedente. Nel settore degli autobus, il numero delle corse puntuali si situa sotto la soglia del 90%.

Di più Mezzi pubblici regionali un po’ meno puntuali
Un cacciatore.

Altri sviluppi

Caccia alta nei Grigioni aperta anche ai lupi

Questo contenuto è stato pubblicato al L'abbattimento dei lupi nei Grigioni, a determinate condizioni, sarà estesa quest'autunno per la prima volta ai titolari delle patenti per la caccia alta.

Di più Caccia alta nei Grigioni aperta anche ai lupi
baume schneider su schermi durante discorso

Altri sviluppi

Baume-Schneider: “Al mondo serve un accordo anti-pandemia”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale e direttrice del Dipartimento federale dell'interno (DFI) Elisabeth Baume-Schneider ha invitato i membri dell'OMS a impegnarsi per un'intesa contro le pandemie.

Di più Baume-Schneider: “Al mondo serve un accordo anti-pandemia”

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR