Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Crisi greca, la Svizzera resta vigile

La Banca nazionale elvetica non lascerà che il franco si rafforzi ulteriormente

La Svizzera presta molte attenzione alle conseguenze che la crisi greca e un eventuale uscita di Atene dalla zona euro potrebbe avere sull'economia nazionale. La Banca nazionale elvetica ha già dichiarato che non lascerà che il franco si rafforzi in maniera incontrollata; lunedì a Berna, durante lo Swiss international-finance forum, il presidente Thomas Jordan ha ammesso che la banca centrale, dopo l'abolizione della soglia di cambio minimo franco-euro, si è comunque adoperato per stabilizzare il mercato valutario.

×