Navigation

Rallenta l'offensiva dei governativi a Mosul

Secondo giorno di operazioni della coalizione contro la roccaforte irachena dell'ISIS

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 ottobre 2016 - 12:51

A Mosul l'offensiva della composita coalizione per riconquistare la seconda città irachena, roccaforte del sedicente dello Stato islamico in Iraq, sta rallentando.

Peshmerga curdi, sostenuti dagli strateghi statunitensi, reparti governativi e soldati turchi stanno bonificando lentamente gli abitati attorno alla città, dove l'ISIS ha disseminato ordigni e sono attivi cecchini isolati. Ma le operazioni saranno lunghe e complicate.

I miliziani islamisti si preparano da anni alla difesa del loro bastione e occorrerà stanarli casa per casa. Inoltre la presenza di un milione e mezzo di civili rende complicata l'offensiva. In proposito l'ONU ha lanciato un appello affinché non ci sia una seconda Aleppo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.