Navigation

Richiamata la culla che avrebbe ucciso decine di bimbi

Cinque milioni di culle della Fisher-Price sono stati richiamati dopo le segnalazioni che hanno collegato il prodotto a decine di morti infantili. Lo ha annunciato la Consumer Product Safety Commission degli Stati Uniti.

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 aprile 2019 - 21:04
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Sul sito, la commissioneLink esterno afferma che almeno 30 bambini sono morti dal 2009 ad oggi a causa della 'Rock 'n Play Sleepers' dopo essersi rotolati nella culla rimanendo soffocati. Il richiamo riguarda circa 4,7 milioni di prodotti anche se la Mattel, proprietaria della Fisher-Price, difende la sicurezza del prodotto. 

Dopo la segnalazione degli ultimi 10 incidenti mortali - in alcuni casi i bimbi avevano appena tre mesi - l'azienda ha avvertito i consumatori di non usare più la culla.

"Mentre continuiamo a salvaguardare la sicurezza di tutti i nostri prodotti dati gli incidenti segnalati in cui il prodotto è stato utilizzato in modo contrario alle avvertenze e alle istruzioni di sicurezza, abbiamo deciso in collaborazione con la Consumer Product Safety Commission che questo richiamo volontario è la migliore linea d'azione", ha comunicato l'azienda.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.