Navigation

Migranti, non solo selfie

Lo smartphone è uno strumento indispensabile per i rifugiati in viaggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 agosto 2015 - 13:14

Tra i migranti che ce la fanno ad arrivare sani e salvi sulle coste europee, c'è anche il momento della gioia di chi pensa di essere ormai al sicuro. Capita soprattutto ai più giovani, che usano moltissimo i social media per pianificare il loro viaggio. Un modo nuovo che consente loro anche di raccogliere informazioni sui paesi verso i quali si dirigono ma soprattutto di evitare i trafficanti di esseri umani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.