Navigation

Immigrati, 2000 morti nel Mediterraneo

La rotta più pericolosa quella che dalla Libia porta all'Italia

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 agosto 2015 - 20:54

Gli sbarchi sulle coste italiane sono quotidiani. Solo nella giornata di martedì, in Calabria, sono arrivari altri 420 migranti per lo più dall'Africa sub-sahariana. Cifre impressionanti che ogni giorno crescono e che l'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni ha messo nero su bianco.

Dall'inizio dell'anno, 2000 le persone morte nelle acque del Mediterraneo, 400 in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.