Navigation

Anche Cappuccetto Rosso aveva un fucile

Polemiche negli USA per un cartone animato diffuso da un'associazione vicina alla potente lobby delle armi

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 marzo 2016 - 21:35

Attentati terroristici e sparatorie compiute da folli stanno ingrossando la schiera degli oppositori delle armi negli Stati Uniti. Ma la potente lobby della categoria, forte anche di un diritto riconosciuto dalla Costituzione, non sembra impressionata, forte anche dell'appoggio della maggioranza repubblicana nelle due camere, e passa al contrattacco.

Lo testimonia il video pubblicato sul sito della National Rifle Associacion che rivisita in chiave "pionieristica" la celebre fiaba di Cappuccetto Rosso dei fratelli Grimm. Davanti al feroce lupo, racconta la versione 2.0 della celebre fiaba, la bambina che si era addentrata nel tetro e lugubre bosco non era infatti per nulla intimorita, dal momento che aveva con sé un vecchio fucile. Il possesso di pistole e affini, sostiene l'associazione, resta il miglior deterrente per proteggersi dalla violenza delle armi. E se lo dicono loro…

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?