Navigation

Cristoforetti nuovamente nello spazio

L'astronauta italiana potrebbe anche affrontare una delle passeggiate spaziali, ma i dettagli di questa attività extraveicolare non è ancora stata definita. Copyright 2022 The Associated Press. All Rights Reserved.

La capsula Crew Dragon Freedom, della missione Crew-4, con a bordo l'astronauta italiana Samantha Cristoforetti dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) è arrivata a destinazione sulla Stazione Spaziale Internazionale (Iss).

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 aprile 2022 - 16:33
tvsvizzera.it/fra con Keystone-ATS

Il primo a entrare nella Stazione Spaziale è stato il pilota della Crew-4, Bob Hines quindi è stata la volta di Jessica Watkins e Samantha Cristoforetti e infine è entrato il comandante Kjell Lindgren. Ora la stazione orbitale è di nuovo affollata, con 11 persone a bordo. Ancora una volta ci sono due europei insieme sulla Iss: Cristoforetti e Maurer. Quest'ultimo dovrà partire a giorni, con i colleghi della Crew-3, al termine di una missione di sei mesi.

Per l'astronauta italiana comincia adesso un intenso periodo di lavoro, nel quale dovrà seguire molti esperimenti. Fra questi, sei sono stati progettati dall'Agenzia Spaziale Italiana (Asi), e riguardano gli effetti della permanenza dello spazio sull'organismo umano, come lo stress ossidativo e l'impatto della microgravità sull'apparato riproduttivo femminile e sull'udito. In programma anche test sull'impatto della microgravità e delle radiazioni sulle caratteristiche dell'olio extravergine d'oliva italiano e la sperimentazione di un rivelatore di particelle.

Nella sua missione, della durata di circa sei mesi, Cristoforetti assumerà il ruolo di leader del Segmento orbitale americano, che comprende i moduli e componenti statunitensi, europei e canadesi della Stazione Spaziale. C'è infine la possibilità che l'astronauta italiana dell'Esa possa affrontare una delle passeggiate spaziali previste per completare l'installazione del braccio robotico europeo della Stazione Spaziale, ma i dettagli di questa serie di attività extraveicolari non sono ancora stati definiti.

Contenuto esterno

Il viaggio per raggiungere la Stazione Spaziale è durato 16 ore e tutto è stato gestito autonomamente dai computer della capsula Crew Dragon. Il lancio ha segnato anche un nuovo successo di rientro del primo stadio, al suo quarto utilizzo, che dopo aver spinto il razzo nei primi minuti ha completato una discesa controllata, poggiandosi su una piattaforma galleggiante denominata 'A Shortfall of Gravitas' nell'oceano Atlantico.

Ad accogliere i quattro astronauti della Crew Dragon c'erano i sette membri dell'equipaggio della Iss, tra cui Matthias Maurer dell'Esa, lanciato nel novembre 2021 con Crew-3 e che presto tornerà a Terra dopo 6 mesi in orbita.


 

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?