Navigation

L'Opec taglia la produzione di petrolio

Contenuto esterno

Ieri l'Opec+ e il Comitato di monitoraggio ministeriale congiunto dell'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio, hanno deciso di tagliare la produzione di greggio di 2 milioni di barili al giorno. Una decisione ritenuto non necessaria dagli Stati Uniti che denunciano "un allineamento" dell'organizzazione con la Russia.

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 ottobre 2022 - 14:30
tvsvizzera.it/fra con Keystone-ATS

Lo ha detto la portavoce della Casa Bianca, Karine Jean-Pierre, in un briefing con la stampa a bordo dell'Air Force One diretto in Florida. Dal canto suo, Biden si è detto deluso dalla miope decisione dell'Opec+ di tagliare le quote di produzione mentre l'economia mondiale fa i conti con l'impatto negativo dell'invasione dell'Ucraina da parte di Putin.

"In un momento in cui la sicurezza energetica è importante, la decisione dell'Opec+ avrà l'impatto più negativo sui paesi a basso e medio reddito", afferma la Casa Bianca sottolineando che Biden continuerà con il rilascio delle scorte petrolifere strategiche per "proteggere i consumatori americani e la sicurezza energetica". 


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?