Navigation

Nelle mummie egizie i segreti sulle malattie odierne

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 20 ottobre 2017 - 21:21
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 20.10.2017)

Ricercatori dell’Università di Zurigo stanno portando avanti uno studio sugli organi delle mummie egizie allo scopo di comprendere meglio le malattie odierne rapportate ai differenti contesti storici e sociali e ai diversi stili di vita. 

Il progetto multidisciplinare, che coinvolge ovviamente archeologi, prevede l’analisi dei vasi canopici provenienti da musei statunitensi, europei e nordafricani, dove gli antichi egizi riponevano le viscere estratte dai corpi umani durante il processo di mummificazione.

L’esame degli organi consente agli studiosi di analizzare l’evoluzione delle patologie, della genetica e del nostro sistema immunitario in un arco temporale di 4'000 anni.

Sono già un centinaio i vasi canopici passati finora al setaccio dai ricercatori zurighesi, sui risultati dell’inchiesta bisognerà però aspettare ancora un po’.  

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.