Navigation

L'omicida condannato rischia la pena di morte

Dylan Roof, l'autore della strage nella chiesa di Charleston, in South Carolina, è stato giudicato colpevole di omicidio e crimine d'odio e rischia per questo la pena di morte.

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 dicembre 2016 - 21:00

È il verdetto dei giurati nei confronti del giovane di 22 anni, che aveva sparato, uccidendoli, a 9 afroamericani. Tra meno di un mese la giuria si riunirà nuovamente per decidere se condannare Dylan Roof all'ergastolo o alla pena di morte

Massacro

Il massacro era avvenuto il 17 giugno 2015. Il giovane, verso le 21 si era introdotto nella Emanuel African Methodist Episcopal Church e con una pistola aveva aperto il fuoco contro i fedeli riuniti in preghiera, uccidento anche il reverendo Clementa Pinckney considerato uno dei simboli della veglia per Walter Scott, un ragazzo di colore ucciso da un poliziotto bianco il 4 aprile del 2015.

Contenuto esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.