La televisione svizzera per l’Italia

Pirati informatici hanno rubato dati della Polizia federale, ma non solo

cavi di un server
Quanto rubato si trova già sul darknet. © Keystone / Gaetan Bally

Pirati informatici del gruppo Play sono entrati in possesso di dati della Fedpol, dell'Ufficio delle dogane e di diversi corpi di polizia cantonali, ha rivelato il quotidiano Le Temps.

L’esercito svizzero, l’Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini (UDSC), l’Ufficio federale di polizia (Fedpol) e diversi corpi di polizia cantonali sono indirettamente toccati da un attacco cibernetico.

Secondo rivelazioni pubblicate sabato dal quotidiano romando Le Temps, l’aggressione ha visto come vittima Xplain, una società informatica bernese a cui facevano riferimento tutte le entità in questione.

Contenuto esterno


Gli hacker del gruppo Play, stando a quanto riferisce Le Temps, hanno pubblicato i dati rubati sul dark net, l’internet nascosto e illegale. Si parla di sei file compressi contenenti migliaia di documenti, provenienti dalla società con sede a Interlaken (BE) specializzata in servizi di sicurezza informatica. L’annuncio del furto era stato dato dagli stessi criminali sullo stesso darknet il 23 maggio.

UDSC e Fedpol hanno confermato a Keystone-ATS che sono state divulgate delle informazioni, minimizzando la portata di quanto accaduto: l’Ufficio delle dogane sostiene che non sono stati sottratti dati interni, bensì elementi legati alla corrispondenza con clienti, mentre Fedpol afferma che l’attacco non ha interessato i suoi progetti, ma soltanto “dati di simulazione anonimizzati a scopo di test”.

Un cyberattacco limita la pubblicazione del principale foglio zurighese

Xplain, contattata da Le Temps, ha confermato l’attacco, ma non ha rivelato né quando questo è avvenuto né la portata del danno. “Potremo farlo solo quando le autorità lo permetteranno”, ha detto il direttore Andreas Löwinger. “Desideriamo tuttavia sottolineare che nei nostri sistemi non sono conservati dati relativi alle persone o all’attività dei nostri clienti”, ha aggiunto.

Secondo il direttore della società di sicurezza ginevrina Zendata Steven Meyer, intervistato dal quotidiano, società come Xplain sono interessanti per i pirati informatici perché in un solo colpo possono entrare in possesso di dati di decine, centinaia di clienti di queste società. “Questi attacchi sono straordinariamente redditizi per gli hacker, che a volte ottengono indirettamente l’accesso a un gran numero di sistemi informatici”. Meyer si chiede poi se il fatto che Xplain avesse indicato sul proprio sito web la lista di clienti che hanno fatto ricorso ai loro servizi non sia stato un errore: “Facendo così probabilmente hanno attirato l’attenzione degli hacker”.

Attualità

paul watson

Altri sviluppi

Arrestato il fondatore di Sea Shepherd

Questo contenuto è stato pubblicato al Paul Watson, fondatore di Sea Shepherd e attivista da tempo impegnato contro la caccia alle balene, è stato arrestato domenica in Groenlandia in base a un mandato internazionale emesso dal Giappone.

Di più Arrestato il fondatore di Sea Shepherd
kamala harris

Altri sviluppi

Dopo il ritiro di Joe Biden, Kamala Harris è sostenuta da più parti

Questo contenuto è stato pubblicato al I 50 presidenti statali del partito democratico statunitense hanno appoggiato Kamala Harris, sostenendola come nuova candidata presidenziale del partito, che si confronterà con Donald Trump.

Di più Dopo il ritiro di Joe Biden, Kamala Harris è sostenuta da più parti
obre di combattenti houthi

Altri sviluppi

Yemen, gli Houthi promettono vendetta contro Israele

Questo contenuto è stato pubblicato al I ribelli Houthi che controllano lo Yemen hanno promesso una risposta totale e senza regole nei confronti di Israele, dopo il bombardamento subìto sabato sera nell'importante porto di Al-Hudayda.

Di più Yemen, gli Houthi promettono vendetta contro Israele
Cielo nero.

Altri sviluppi

Piogge più intense e più frequenti a causa del cambiamento climatico

Questo contenuto è stato pubblicato al Il cambiamento climatico tende a rendere le precipitazioni più intense e più frequenti in Svizzera dal 1901. I versanti nord e sud delle Alpi nonché il nord-est del Paese sono i più interessati dal fenomeno, indica uno studio di MeteoSvizzera.

Di più Piogge più intense e più frequenti a causa del cambiamento climatico
Volontari al lavoro a Lostallo.

Altri sviluppi

Centinaia di volontari accorsi a sostegno della Mesolcina

Questo contenuto è stato pubblicato al A circa un mese dalla violenta ondata di maltempo che si è abbattuta sulla Mesolcina, oggi a Lostallo (GR) oltre 190 volontari si sono rimboccati le maniche per sgomberare strade e campi dai detriti.

Di più Centinaia di volontari accorsi a sostegno della Mesolcina
La droga sequestrata dalla polizia di Berna.

Altri sviluppi

Maxi sequestro di droga a Berna

Questo contenuto è stato pubblicato al Durante retate svolte questa settimana nei cantoni di Berna e Friburgo le forze dell'ordine hanno sequestrato circa una tonnellata di hashish e marijuana e arrestato diverse persone. Le indagini sono ancora in corso.

Di più Maxi sequestro di droga a Berna
Passeggeri in attesa all'aeroporto.

Altri sviluppi

Tilt informatico, problemi anche in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Colpito soprattutto il traffico aereo a Zurigo-Kloten e il settore energetico, risparmiate invece le banche e la Borsa.

Di più Tilt informatico, problemi anche in Svizzera

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR