La televisione svizzera per l’Italia

“Il cinema svizzero può fiorire”

Elisabeth Baume-Schneider e Carine Bachmann
La consigliera federale Elisabeth Baume-Schneider posa con la direttrice dell'Ufficio federale della cultura Carine Bachmann. KEYSTONE/© KEYSTONE / JEAN-CHRISTOPHE BOTT

La consigliera federale Elizabeth Baume-Schneider, presente al Festival di Cannes, si dice fiduciosa per il futuro del cinema rossocrociato.

Si è chiusa venerdì sera con la “Soirée suisse”, organizzata da Swiss Films, la visita ufficiale della consigliera federale Elisabeth Baume-Schneider al Festival di Cannes. Tre giorni intensi di scambi, incontri e proiezioni sulla Croisette.

Non capita tutti i giorni che una consigliera federale calchi il tappeto rosso del più prestigioso festival internazionale del cinema. Quest’anno, però, è successo, grazie al fatto che la Confederazione è ospite d’onore del Marché du Film, che si tiene a margine del Festival.

Cannes, però, non è solo tappeto rosso; è “un luogo di cultura e di relax, ma anche un luogo di lavoro estremamente intenso”, ha afferma Baume-Schneider in un’intervista rilasciata all’agenzia Keystone-ATS. È ciò che ha potuto constatare la consigliera federale giurassiana passando qualche giorno sulla Croisette, dove ha incontrato diversi attori dell’industria cinematografica.

Ampliare le coproduzioni

Nel 2014 la Svizzera è stata esclusa dal programma di finanziamento europeo “Creative Europe”. Per ora, però, non ci sono progetti per reintegrarlo: “Questo programma purtroppo non fa attualmente parte dei dossier prioritari del Consiglio federale nelle discussioni che conduce con l’Unione europea”, ha dichiarato la direttrice del Dipartimento federale dell’interno (DFI).

Altri sviluppi

Per rimediare a tale esclusione, il cinema elvetico ha sviluppato le coproduzioni. “Vediamo che è più difficile, ma il lavoro e le collaborazioni continuano. È sempre possibile sviluppare progetti con l’esterno”, spiega la consigliera federale. Sono una trentina le coproduzioni portate avanti ogni anno nella Confederazione.

Coproduzioni che si vuole aumentare: incentivare la creazione di una rete permette di avere più “credibilità e legittimità” e di aumentare il numero di coproduzioni di cui si è partner, ha spiegato l’ex responsabile del Dipartimento della formazione, della cultura e dello sport.

La Lex Netflix? “Molto positiva per il cinema rossocrociato”

Per quanto riguarda la cosiddetta “Lex Netflix”, entrata in vigore a gennaio e che obbliga le piattaforme di streaming a investire nel cinema elvetico, Baume-Schneider sottolinea che “è molto positivo per il cinema svizzero, ma è ancora troppo presto per dire di preciso cosa questa nuova legge apporterà in termini di finanziamenti supplementari”.

Culture e lingue diverse, un’opportunità

Quest’anno a Cannes hanno partecipato circa 300-400 rappresentanti di industria cinematografica e aziende elvetiche. Una presenza record. “Penso che dobbiamo ringraziarli, esprimere loro la nostra riconoscenza, ciascuno alla loro maniera è ambasciatore della nostra ricchezza culturale, della nostra diversità, della nostra differenza linguistica”, ha sottolineato Baume-Schneider. Inoltre, ha sottolineateo, grazie alle diverse lingue la Svizzera può partecipare al mercato italiano, a quello francese e a quello tedesco

Pochi cambiamenti in futuro

Per quanto riguarda i prossimi cinque anni, il cinema elvetico dovrà “consolidare” ciò che già sta facendo. “Non c’è la volontà di fare le cose in modo molto diverso, piuttosto c’è quella di accompagnare ciò che si sta facendo attualmente, e di proseguire la nostra apertura su partenariati con l’estero”, ha spiegato Baume-Schneider.

La consigliera federale cita anche la possibilità di incitare produttori e registi a venire a girare i loro film in Svizzera, facendo riferimento in particolare al Vallese, o al lavoro nella Svizzera italiana della Ticino Film Commission.

Attualità

La foto di rito di tutti i leader presenti al G7 con al centro Papa Francesco.

Altri sviluppi

Un Papa per la prima volta al vertice del G7

Questo contenuto è stato pubblicato al Per la prima volta di un Pontefice partecipa a questo vertice. L'accoglienza è calorosa non solo da parte della premier italiana Giorgia Meloni - "è un momento storico, non ringrazierò mai abbastanza Sua Santità per essere qui" - ma da tutti i Grandi della Terra.

Di più Un Papa per la prima volta al vertice del G7
Raphael Glucksmann.

Altri sviluppi

In Francia la sinistra si unisce per combattere l’estrema destra

Questo contenuto è stato pubblicato al Raphael Glucksmann che ha rilanciato il Partito socialista con il suo movimento Place Publique ritiene che l'unico modo per fermare il Rassemblement National sia la craezione di un'unione di sinistra.

Di più In Francia la sinistra si unisce per combattere l’estrema destra
Una postina svizzera.

Altri sviluppi

Per risparmiare la Posta consegnerà lettere e pacchi in ritardo

Questo contenuto è stato pubblicato al Per risparmiare il Consiglio federale propone che solo il 90% delle lettere e dei pacchi venga consegnato per tempo dalla Posta. Inoltre, si vuole abolire l'obbligo di consegna nelle case abitate tutto l'anno.

Di più Per risparmiare la Posta consegnerà lettere e pacchi in ritardo
La cascata della Piumogna a Faido.

Altri sviluppi

Attenti al fiume Ticino e alle sue possibili improvvise piene

Questo contenuto è stato pubblicato al La portata del fiume Ticino e dei suoi affluenti in Leventina, tra Airolo e Personico, potranno subire delle importanti variazioni durante l’intero arco delle 24 ore. L'Azienda elettrica ticinese invita la popolazione alla prudenza. 

Di più Attenti al fiume Ticino e alle sue possibili improvvise piene
bambina si lava le mani all'asilo

Altri sviluppi

“No” del Consiglio federale all’iniziativa sugli asili nido

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Governo ha respinto un'iniziativa lanciata lo scorso anno dal Partito socialista "Per una custodia di bambini complementare alla famiglia che sia di qualità e a prezzi abbordabili per tutti".

Di più “No” del Consiglio federale all’iniziativa sugli asili nido
scritta 5000 davanti a palazzo federale

Altri sviluppi

“Almeno 5’000 franchi al mese per le lavoratrici”

Questo contenuto è stato pubblicato al Un salario minimo di 5'000 franchi al mese per le donne: è la rivendicazione del sindacato UNIA in occasione dell'odierna giornata dello sciopero delle donne.

Di più “Almeno 5’000 franchi al mese per le lavoratrici”
uomo fa volare un drone in una stanza

Altri sviluppi

Presto in Svizzera uno spazio aereo per droni

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Consiglio federale ha approvato una revisione delle ordinanze sull'aviazione civile che permetteranno di creare uno spazio aereo U-Space per i droni, sempre più diffusi.

Di più Presto in Svizzera uno spazio aereo per droni
palazzo federale

Altri sviluppi

Dal Nazionale, un “no” e quattro “sì”

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Consiglio nazionale ha respinto le misure d'internamento automatico per gli autori recidivi di reati efferati.

Di più Dal Nazionale, un “no” e quattro “sì”
elon musk

Altri sviluppi

Un compenso da 56 miliardi di dollari per Elon Musk

Questo contenuto è stato pubblicato al L'anno prossimo il CEO di Tesla Elon Musk potrebbe ricevere un compenso di circa 56 miliardi di dollari, una cifra da record, mai raggiunta da nessun amministratore delegato nella storia.

Di più Un compenso da 56 miliardi di dollari per Elon Musk
logo flowbank

Altri sviluppi

La banca svizzera FlowBank fallisce

Questo contenuto è stato pubblicato al L'autorità di vigilanza sul mercato finanziario in Svizzera (FINMA) ha ordinato il fallimento di FlowBank, giovane banca ginevrina attiva da soli quattro anni specializzata nelle operazioni di trading online.

Di più La banca svizzera FlowBank fallisce

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR