terrorismo Attacco in un centro commerciale a Manchester

Agenti armati a Manchester.

Agenti armati all'esterno del centro commerciale dove è avvenuto l'attacco terroristico a Manchester.

Keystone


Un uomo sulla quarantina è stato arrestato per terrorismo in seguito a un attacco all'arma bianca che ha provocato il ferimento di diverse persone in un centro commerciale avvenuto venerdì mattina a Manchester.

L'assalitore, armato con un grande coltello, ha agito da solo, ha precisato il responsabile della polizia cittadina Russ Jackson, e il movente non è per il momento conosciuto.


Intorno alle 11.15 l'indagato "si è mosso all'improvviso nell'edificio commerciale Manchester Arndale, che è stato successivamente evacuato dalle forze di polizia, verso diverse persone brandendo il coltello" e le ha aggredite, ha precisato il dirigente delle forze dell'ordine, prima di essere neutralizzato dagli agenti nello spazio di 5 minuti.

Si è trattato di "un attacco cieco, sicuramente brutale ed estremamente terrificante per coloro che hanno assistito alla scena", ha aggiunto Russ Jackson. Secondo testimoni l'attentatore colpiva a caso.

Cinque i passanti che risultano feriti: tre persone (due donne e un uomo) sono state trasportate in ospedale: benché presentino tagli anche profondi nessuno di questi mette a rischio la loro vita, ha indicato sempre il comandante della polizia.

La città di Manchester è stata teatro di un attacco terroristico eseguito da estremisti islamici il 22 maggio 2017. In quell'occasione un attentatore aveva fatto esplodere un ordigno all'uscita di una sala da concerto, uccidendo 22 persone e ferendone altre 260.    

Parole chiave