Navigation

Scontri a Gerusalemme, 110 feriti

Durante l'irruzione trovato dell'esplosivo preparato per essere esploso contro i turisti

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 settembre 2015 - 21:00

Questa volta è finita con 110 persone ferite. Polizia israeliana e civili palestinesi si sono affrontati sulla Spianata delle moschee, uno dei luoghi più sacri al mondo e fulcro di ripetuti scontri. Secondo le autorità israeliane gli agenti avrebbero reagito al lancio di pietre da parte di un gruppo di palestinesi che si sono barricati nella moschea Al-Aqsa.

Durante l'irruzione sarebbe anche stato trovato dell'esplosivo che, secondo la polizia, avrebbe dovuto essere impiegato contro i turisti per un attentato proprio alla vigilia del capodanno ebraico. Le autorità palestinesi invece parlano di un attacco ai fedeli e gli scontri sarebbero nati per via di misure restrittive introdotte.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.