La televisione svizzera per l’Italia

Schwanden ancora vittima del maltempo

Il villaggio di Schwanden dopo le piogge di agosto 2023.
Il villaggio di Schwanden dopo le piogge di agosto 2023. Keystone

Non c'è pace per il villaggio di Schwanden nel Canton Glarona. Le nuove intense precipitazioni hanno innescato altre colate detritiche nell'area della frana scesa nell'agosto di quest'anno.

Venerdì mattina diverse centinaia di metri cubi di fango hanno raggiunto una zona residenziale, che era tornata abitabile solo da poche settimane. Circa 30 persone non possono lasciare le loro case come informa, tramite una nota, il comune di Glarona Sud, del quale Schwanden è una frazione.

Contenuto esterno

Si sta valutando una nuova evacuazione, mentre squadre di soccorso sono all’opera per riportare la situazione sotto controllo. Le frane stanno martoriando da diversi mesi la località glaronese. Una parte del villaggio, particolarmente colpita e considerata a rischio, non sarà mai più abitabile, come è stato deciso una settimana fa. In questa cosiddetta “zona rossa”, gli immobili saranno abbattuti.

Nel frattempo, una campagna di raccolta fondi organizzata dalle autorità e dai media glaronesi ha permesso di raccogliere mercoledì 270’406 franchi per i danni causati dalle frane. A quattro mesi dai devastanti smottamenti le donazioni hanno raggiunto 660’406 franchi.

Le donazioni, che serviranno ad alleviare i danni nelle situazioni in cui manca una copertura assicurativa, non sono arrivate solo dal canton Glarona. Ci sono state chiamate anche da tutta la Svizzera.

Contenuto esterno

Trenta case da demolire

Alla fine di agosto sopra Schwanden si sono verificate due grandi frane in seguito a forti piogge. Sei case sono state sepolte o distrutte e altre danneggiate. Non ci sono stati feriti, ma un centinaio di persone hanno dovuto essere sfollate. Altre frane si sono verificate in settembre.

Lo spostamento del terreno ha registrato un rallentamento, ma secondo l’ultimo bilancio dei giorni scorsi c’è il rischio che all’incirca 60’000 metri cubi di materiale scivoli a valle. Le autorità hanno annunciato una settimana fa che un’altra trentina di case dovranno essere demolite, poiché si trovano nella zona “rossa” della nuova mappa dei rischi naturali. Una quarantina di abitanti dovranno trovare un altro posto dove vivere.



Attualità

Tre donne prese di schiena in un centro federale d'accoglienza.

Altri sviluppi

Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Le donne afgane continueranno in linea di principio a ricevere asilo in Svizzera. La prassi attuale della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) potrà essere sostanzialmente mantenuta.

Di più Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera
Un treno entra in una stazione di periferia.

Altri sviluppi

Mezzi pubblici regionali un po’ meno puntuali

Questo contenuto è stato pubblicato al Per l'insieme della Svizzera, il 94,46% dei treni è arrivato a destinazione con meno di tre minuti di ritardo rispetto all'orario stabilito, contro il 94,92% nell'anno precedente. Nel settore degli autobus, il numero delle corse puntuali si situa sotto la soglia del 90%.

Di più Mezzi pubblici regionali un po’ meno puntuali
Un cacciatore.

Altri sviluppi

Caccia alta nei Grigioni aperta anche ai lupi

Questo contenuto è stato pubblicato al L'abbattimento dei lupi nei Grigioni, a determinate condizioni, sarà estesa quest'autunno per la prima volta ai titolari delle patenti per la caccia alta.

Di più Caccia alta nei Grigioni aperta anche ai lupi
baume schneider su schermi durante discorso

Altri sviluppi

Baume-Schneider: “Al mondo serve un accordo anti-pandemia”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale e direttrice del Dipartimento federale dell'interno (DFI) Elisabeth Baume-Schneider ha invitato i membri dell'OMS a impegnarsi per un'intesa contro le pandemie.

Di più Baume-Schneider: “Al mondo serve un accordo anti-pandemia”

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR