La televisione svizzera per l’Italia

Per l’ex ministro svizzero Deiss “non ci sono alternative all’adesione all’UE”

Joseph Deiss
Joseph Deiss è stato membro del Governo dal 1999 al 2006. Nel 2010 ha presieduto l'Assemblea dell'ONU. KEYSTONE

Per il politico friburghese l'ingresso nell'UE rafforzerebbe la sovranità della Svizzera e risolverebbe molti problemi.

In un’intervista rilasciata martedì alla NZZ, l’ex consigliere federale Joseph Deiss si è schierato decisamente a favore dell’adesione della Svizzera all’Unione europea (UE). Allo stato attuale delle cose, “dobbiamo negoziare con fermezza, ma alla fine, ha affermato, c’è solo una strada per l’Europa: l’adesione”.

In attesa di questo evento futuro la Confederazione, ha precisato l’ex ministro degli Esteri e dell’Economia, si limita a passare da una soluzione provvisoria a un’altra, riferendosi implicitamente ai periodici negoziati condotti con Bruxelles per intese particolari.

+ Svizzera e UE lanciano i negoziati, ma l’ottimismo non abbonda

L’adesione non è un suicidio

Joseph Deiss non si preoccupa del fatto di essere isolato dalla sua posizione poiché ritiene, contrariamente all’opinione prevalente, che l’adesione all’UE “non sia un suicidio ma, al contrario, rappresenti un guadagno in termini di sovranità” per la Svizzera.

L’ex consigliere federale friburghese dell’allora Partito popolare democratico (oggi Il Centro) vede “cose da far rizzare i capelli” nell’attuale politica europea della Svizzera.

In particolare, riferendosi alla libera circolazione delle persone, dove, a suo avviso, si confondono “in modo perfido” i problemi che possono esserci nella politica dell’asilo con la questione della manodopera estera di cui il Paese ha bisogno.

+ Svizzera-UE: perché le relazioni sono così complicate?

In proposito Joseph Deiss ha osservato che i timori espressi al momento dell’accettazione del primo pacchetto di accordi bilaterali nel 2000 in materia di libera circolazione non si sono avverati ma è avvenuto esattamente il contrario: “Abbiamo visto più disoccupazione? C’è stata pressione sui salari? Niente affatto!”.

“Un errore storico”

Si constata piuttosto il fatto che in Svizzera ci sono 100’000 posti di lavoro non occupati e 26’000 posti di apprendistato vacanti.

In questo ambito il rifiuto nel 1992 del popolo svizzero allo Spazio economico europeo (SEE) è stato a suo giudizio un “errore storico”. Se la Svizzera avesse aderito all’organizzazione economica, rileva, molti dei problemi che abbiamo attualmente con l’UE sarebbero stati risolti molto tempo fa.

“Il nostro errore – precisa Joseph Deiss – è che ci ostiniamo a pensare, in quanto non membri, di avere il diritto di essere trattati meglio dei membri dell’UE”.

Attualità

Thomas Aeschi

Altri sviluppi

Zuffa a Palazzo federale, Beat Jans difende le azioni degli agenti

Questo contenuto è stato pubblicato al "I parlamentari avrebbero dovuto attenersi alle istruzioni della polizia": il consigliere federale Beat Jans ha difeso l'operato degli agenti che hanno bloccato i due deputati democentristi che hanno cercato di accedere a un'area momentaneamente bloccata a Palazzo federale.

Di più Zuffa a Palazzo federale, Beat Jans difende le azioni degli agenti
atleta con bandiera svizzera a mo' di mantello

Altri sviluppi

Record di medaglie svizzere agli europei di atletica

Questo contenuto è stato pubblicato al La Confederazione ha raccolto un numero record di riconoscimenti ai campionati europei di atletica di Roma, che si sono conclusi mercoledì.

Di più Record di medaglie svizzere agli europei di atletica
autostrada con cartelli

Altri sviluppi

Galleria autostradale del San Gottardo chiusa per otto notti

Questo contenuto è stato pubblicato al A causa di lavori di manutenzione, il tunnel autostradale del San Gottardo sarà chiuso al traffico in entrambe le direzioni per un totale di otto notti nel mese di giugno.

Di più Galleria autostradale del San Gottardo chiusa per otto notti
nave militare

Altri sviluppi

Navi della flotta russa arrivano a Cuba

Questo contenuto è stato pubblicato al Quattro navi della marina militare russa, tra cui un sommergibile nucleare, sono arrivate mercoledì nella baia dell'Avana, dopo aver partecipato a delle manovre.

Di più Navi della flotta russa arrivano a Cuba
persone in posa per una foto

Altri sviluppi

I leader del G7 riuniti in Puglia

Questo contenuto è stato pubblicato al Al centro del vertice organizzato a Borgo Egnazia che riunisce i capi di Stato e di Governo di Stati Uniti, Germania, Italia, Francia, Regno Unito, Canada e Giappone vi è la guerra in Ucraina.

Di più I leader del G7 riuniti in Puglia
persona paga fatture

Altri sviluppi

Almeno 400’000 persone hanno troppi debiti in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Analizzando la banca dati di una società attiva nel campo dei controlli di solvibilità, i giornali del gruppo Tamedia hanno fatto una mappatura della situazione dell'indebitamento in Svizzera.

Di più Almeno 400’000 persone hanno troppi debiti in Svizzera
persona sventola bandiera tricolore da un'auto

Altri sviluppi

Cosa si può fare in Svizzera per festeggiare una vittoria all’Euro di calcio

Questo contenuto è stato pubblicato al I cortei e i concerti di clacson dopo la vittoria della nazionale del cuore sono una tradizione durante gli Europei e i Mondiali di calcio. Ma cosa permettono o non permettono di fare le polizie cantonali svizzere?

Di più Cosa si può fare in Svizzera per festeggiare una vittoria all’Euro di calcio

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR