Navigation

La settimana in Svizzera

La visita del presidente della Duma e la fuga nella Confederazione della leader della sinistra indipendentista catalana Anna Gabriel. Negli ultimi sette giorni in Svizzera si è discusso anche di trasporti, di un parco nazionale e di romancio, diventato 80 anni fa lingua nazionale. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 febbraio 2018 - 09:00
tvsvizzera.it/Zz

Vycheslav Volodin è nella lista delle personalità sottoposte a sanzioni da Bruxelles. La cosa non riguarda però la Svizzera, che non fa parte dell'Unione Europea.  È stata dunque possibile una sua visita, che ha sottolineato la neutralità e la funzione da mediatrice della Confederazione ma ha suscitato anche qualche critica.

Un'altra personalità politica che ha fatto parlare di sé in Svizzera è la leader della sinistra indipendentista catalana Anna Gabriel, accusata in patria di "ribellione" e ora riparata a Ginevra. Una estradizione sembra almeno per ora esclusa.

Il governo elvetico ha approvato un accordo con l'Italia che permetterà di creare un parco nazionale transfrontaliero a cavallo tra Locarnese e Piemonte. Un progetto che dovrà essere approvato dalla popolazione dei comuni interessati.

La Svizzera dei trasporti agli onori a Bruxelles. Le persone coinvolte nella creazione del tunnel ferroviario più lungo del mondo hanno ricevuto un prestigioso riconoscimento. E la diplomazia elvetica cerca di approfittarne.

Dapi 80 onns è il rumantsch lingua naziunala svizra. Un'occasione per l'organizzazione che si occupa della protezione di questa lingua minoritaria di rivendicare un'attenzione e un supporto maggiore.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.