Navigation

Strage Ankara, sono due i kamikaze

Migliaia nei pressi del luogo della strage per ricordare le vittime e manifestare contro il governo

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 ottobre 2015 - 13:22

La Turchia è ancora sotto shock per l'attentato di sabato scorso, costato la vita ad almeno 97 persone,128 secondo il partito curdo HDP. Nessuno ha ancora rivendicato il massacro però, e intanto iniziano ad emergere i primi dettagli sull'attacco.

Il primo ministro turco Davutoglu ha affermato lunedì che tutte le piste sembrerebbero portare ad ISIS. Le analisi, intanto, hanno confermato che sono stati due uomini gli attentatori che si sono fatti esplodere sabato, e grazie ai test del DNA, la polizia avrebbe identificato almeno uno dei due kamikaze.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.