Navigation

Un centinaio di morti e oltre 200 feriti ad Ankara

Due esplosioni durante una manifestazione per la pace

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 ottobre 2015 - 20:33

Due esplosioni nel centro di Ankara, questa mattina, hanno causato almeno un centinaio di morti e più di 200 feriti. Un bilancio che si è fatto pesante col passare delle ore. Due attentatori suicidi hanno colpito il cuore della città mentre era in corso una manifestazione per la pace in Turchia.

La Turchia sta vivendo da mesi nella violenza dopo che il governo ha rotto la tregua con i guerriglieri curdi che in Iraq si battono contro l'ISIS, ma da sempre sono combattuti da Ankara. Il presidente Erdoan, po,i è politicamente alle strette dopo che il partito filo-curdo è entrato in parlamento ed è diventato la seconda forza politica del paese. Fra tre settimane la Turchia torna a votare.

L'attentato di oggi aumenterà ancora le tensioni e l'hanno subito capito i curdi stessi che hanno annunciato un cessate il fuoco unilaterale nei confronti dell'esercito turco.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.