Navigation

Prezzo del greggio e sanzioni pesano sull'economia russa

Gli analisti finanziari si interrogano sulla crisi, destinata a perdurare, che sta attraversando Mosca

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 agosto 2015 - 21:23

Il basso prezzo del petrolio sta mettendo in seria difficoltà la Russia che è cresciuta e si è arricchita per decenni grazie alle esportazioni di greggio e gas. Gli esperti ritengono che la recessione per il gigante euroasiatico, indotta dalla crisi del settore energetico e acuitasi con le sanzioni internazionali, non sia transitoria. Per questo motivo a Mosca si stanno cercando modelli di sviluppo alternativi. Le opinioni degli analisti finanziari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.