Navigation

Nepal, fuga da Kathmandu

La polizia è dovuta intervenire per placare le proteste delle persone deluse dall’assenza di bus per lasciare la capitale Kathmandu

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 aprile 2015 - 13:16

In Nepal, la polizia è dovuta intervenire questa mattina per placare le proteste di migliaia di persone, deluse dall'assenza di autobus per lasciare la capitale Kathmandu. I sopravvissuti al terremoto sono sempre più arrabbiati contro il governo anche per la mancanza di beni di prima necessità.

Nelle ultime ore il bilancio di questa tragedia è salito a più di 5'000 morti.

L'aiuto umanitario della Confederazione ha inviato un'équipe medica di 10 persone e una tonnellata di materiale. Gli specialisti agiranno in maniera autonoma e saranno in grado di prestare aiuto già poche ore dopo il loro arrivo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.