Navigation

Migrazione, ci cerca un'intesa con la Turchia a Bruxelles

Protratto in serata il vertice europeo, Ankara vuole più soldi e l'adesione all'Ue

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 marzo 2016 - 20:57

Si è protratto in serata il vertice straordinario a Bruxelles tra Unione Europea e Turchia per cercare di risolvere la crisi migratoria. Ankara ha alzato la posta chiedendo altri 3 miliardi per fermare il flusso di profughi. Ma sul tavolo ha messo anche l'adesione accelerata all'Ue su cui le sensibilità nel Vecchio Continente non sono univoche.

Sul primo punto il presidente Martin Schultz ha espresso la disponibilità del Parlamento europeo a un ulteriore intervento finanziario. Mentre sullo sfondo restano gli interventi del governo turco sulla stampa d'opposizione che stanno facendo storcere il naso a più di una cancelleria europea. Ma Germania, Italia e Grecia premono per un'intesa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.