Navigation

Migranti, Merkel sempre più sola

Situazione critica alla frontiera tra Serbia e Ungheria che alza muri e filo spinato

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2015 - 22:12

Nuovi afflussi record di migranti sono stati segnalati oggi alla frontiere fra Serbia e Ungheria che sta diventando il nuovo centro di tensione sul fronte dei profughi. Ma anche più a nord, fra Ungheria e Austria, la situazione è critica. Vienna ha deciso di interrompere il transito ferroviario sul confine mentre piccole aperture vengono dalla Danimarca, che aveva chiuso i valichi doganali.

Sul piano politico c'è da registrare il crescente isolamento della Germania, supportata solo dalle istituzioni europee, nella sua battaglia in favore dell'accoglienza dei profughi. Da Bruxelles intanto viene espresso l'auspicio che anche la Svizzera partecipi al nuovo sistema di distribuzione dei migranti.

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?