Navigation

Iran, tanto petrolio ma benzina scadente

A Teheran la benzina costa molto poco ma il problema non è il costo bensì la qualità. Un accordo tra le potenze mondiali potrebbe allentare le restrizioni internazionali

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 luglio 2015 - 20:31

Un accordo tra Iran e le potenze mondiali porterebbe ad un allentamento delle restrizioni internazionali nei confronti di Teheran. Sanzioni che frenano per esempio l'importazione di additivi per la produzione di benzina.

E così l'Iran, uno dei maggiori produttori internazionali di petriolio, si trova con la benzina razionata e di bassissima qualità. Emanuele Valenti e Claudio Maggiolini ci raccontano la quotidianità energetica a Teheran.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.