Navigation

Gli attentati di Bruxelles dovevano avvenire in Francia

Mentre la città torna lentamente alla normalità, l'inchiesta chiarisce che il bersaglio originale era ancora la patria di De Gaulle

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 aprile 2016 - 21:25

Bruxelles e il lento rientro alla normalità. Domani riaprono altre 12 stazioni della metropolitana che sarà dunque funzionante al 75%. La città piano rinasce dopo gli attentati del 22 marzo e dopo gli importanti arresti degli ultimi due giorni. Arresti che hanno permesso di stabilire che la cellula terroristica operante in Belgio era pronta a colpire di nuovo la Francia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.