La televisione svizzera per l’Italia

Finita la tregua, a Gaza e in Israele sono tornate le bombe

In coda per il cibo a Rafah, nella Striscia di Gaza, il 30 novembre 2023.
In coda per il cibo a Rafah, nella Striscia di Gaza, il 30 novembre 2023. Copyright 2023 The Associated Press. All Rights Reserved.

È ricominciata la guerra fra Israele e Hamas, e riparte la conta delle persone morte. Il segretario generale delle Nazioni Unite è tornato a chiedere un vero "cesssate il fuoco", mentre il portavoce dell'UNICEF James Elder ha detto che non implementarlo significa "essere d'accordo con l'uccisione di bambini e bambine". Il Qatar ha dichiarato che sono comunque ancora in corso i negoziati per tornare a una situazione di tregua. Ma, ha aggiunto, "il continuo bombardamento di Gaza nelle prime ore dopo la fine del cessate il fuoco complica gli sforzi di mediazione e intensifica il disastro umanitario nella Striscia". Hamas ha comunicato di avere lanciato missili in tre località del sud di Israele. Gli aggiornamenti sul primo giorno di ripresa delle ostilità nel servizio del Telegiornale della Radiotelevisione svizzera di lingua italiana RSI.

Contenuto esterno


In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR