Navigation

Dacca, bengalesi gli autori della strage

Gli attentatori erano gente del posto e cinque fra loro risultavano già noti alla polizia

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 luglio 2016 - 20:16

I sette uomini responsabili della strage di Dacca, nella quale sono morte 20 persone, erano tutti bangladesi e cinque fra loro già noti alla polizia. Le autorità ne hanno dato conferma domenica, spiegando che essi erano registrati come attivisti e che le forze di sicurezza a più riprese avevano provato ad arrestarli: "Li abbiamo cercati in tutto il paese e ora sono stati uccisi qui".

Sei islamisti sono stati abbattuti nel corso dell'assalto, mentre il settimo è stato fermato. La maggior parte degli ostaggi è stata assassinata prima dell'intervento delle forze armate.

Il sedicente Stato Islamico, che ha rivendicato l'attacco, ha pubblicato le foto di cinque combattenti, indicandoli come gli autori del massacro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.