Navigation

Biden: "Una minoranza ci impedisce di tornare alla normalità"

Biden accusa che c'è una minoranza di americani, sostenuta da una minoranza di funzionari di governo, che sta creando problemi. Keystone / Oliver Contreras / Pool

Joe Biden, parlando alla nazione della crisi Covid per illustrare il suo nuovo piano contro la pandemia. Un piano, ha precisato, che combatte anche quelli che stanno minando la salute pubblica: "Dobbiamo fare di più sui vaccini, non si tratta di libertà o scelta personale".

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2021 - 12:57
tvsvizzera.it/fra con Keystone-ATS

"Molti di noi sono frustrati per i circa 80 milioni di americani che non sono vaccinati". Ma gli USA, ha assicurato Biden, hanno i mezzi per combattere il virus "se aumentiamo il ritmo delle vaccinazioni". Però "c'è una minoranza degli americani, sostenuta da una minoranza di funzionari di governo, che ci sta mettendo all'angolo, ci sta creando problemi", ha accusato il presidente Usa. 

"Questa politica sta sbagliando perché fa ammalare le persone. Perché porta le persone che non sono vaccinate a morire. Non possiamo permettere che queste azioni ostacolino la possibilità di proteggere la maggioranza degli americani che ha fatto la propria parte e che vuole tornare alla vita normale", ha aggiunto.

Vaccinazione obbligatoria per i dipendenti federali

Il presidente ha poi annunciato di aver firmato un ordine esecutivo per rendere obbligatorio il vaccino per i dipendenti federali e chi fa affari col governo, senza l'alternativa di sottoporsi regolarmente al tampone. Egli ha riferito inoltre che il dipartimento del lavoro chiederà alle aziende private con oltre 100 dipendenti di rendere obbligatorio il vaccino o il test per i loro dipendenti.

Biden ha anche detto che annuncerà ulteriori passi questo mese per aiutare la lotta globale contro la pandemia. Indiscrezioni dei media parlano della sua intenzione di promuovere un vertice internazionale durante l'assemblea generale dell'ONU.

Intanto quello di Los Angeles diventa il primo grande distretto scolastico americano a rendere obbligatorio il vaccino anti Covid-19 per gli allievi dai 12 anni in su che partecipano alle lezioni in presenza. Il board del distretto, il secondo più grande del Paese con oltre 450'000 alunni, ha approvato la misura all'unanimità: per 6 voti a 0.

E venerdì la Transportation Security Administration (TSA, agenzia per la sicurezza nei trasporti Usa) aumenta le multe per chi viola l'obbligo di indossare la mascherina su aerei, treni e altri mezzi di trasporto: l'ammenda, che ora parte da 250 dollari, salirà ad una cifra da 500 a 1000 dollari per chi commette la prima violazione, e oscillerà tra i 1000 e i 3000 dollari per i recidivi. Le misure restrittive resteranno in vigore almeno sino al 18 gennaio.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.