Navigation

Ticino, stipendi bassi per le agenzie di viaggio

Chiesta al Governo l'adozione di un nuovo contratto di lavoro per tutelare i lavoratori

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 giugno 2015 - 19:56

Nella giornata di mercoledì, la Commissione tripartita in materia di libera circolazione delle persone ha proposto di introdurre un nuovo Contratto normale di lavoro (CNL) per tutelare il settore delle agenzie di viaggio presenti in Ticino. Secondo l'analisi, il 36.5% degli stipendi è risultato al di sotto di quelli di riferimento e, per questo, l'idea suggerita è quella di trattare tali lavoratori alla pari degli impiegati di commercio, ovvero con un salario minimo di 19.65 franchi all'ora.

Nel contempo è stato anche chiesto il rinnovo del CNL per il personale a prestito (nelle aziende la cui massa salariale di questi lavoratori è inferiore a 1.2 milioni di franchi) in scadenza il prossimo 30 settembre.

Ora dunque toccherà al Consiglio di Stato di valutare le indicazioni della commissione e decidere.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.