Navigation

Accetti il taglio stipendio o perdi il lavoro

I dipendenti della Deltacarb di Pambio Noranco accettano il taglio dello stipendio, pur di non perdere il posto di lavoro. Tutti tranne uno, che è stato licenziato.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 febbraio 2015 - 10:48

Un'altra ditta ticinese taglia gli stipendi ai frontalieri, a causa del SupeRfranco. E questa volta la misura è retroattiva rispetto alla decisione della Banca Nazionale. E chi non è d'accordo sarà licenziato.

Lo scorso 26 gennaio era giorno di paga per i 25 dipendenti delta Deltacarb di Pambio Noranco, una piccola azienda a conduzione famigliare che fabbrica metalli duri.

Ma la busta paga quel giorno era più leggera del solito. Gli operai si sono visti detrarre il 15 % del salario. Una misura retroattiva al primo gennaio ossia prima dell'abbandono del cambio a tasso fisso.

Una misura inaccettabile secondo il sindacato OCST.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.