Navigation

Musulmani ospiti delle chiese ticinesi

Raccolto l'appello dell'imam di Lugano Jelassi che si è recato sul sagrato della parrocchiale di Viganello

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 agosto 2016 - 20:21

Dopo Francia ed Italia anche il Ticino ha aperto le sue chiese alla comunità musulmana. L'appello lanciato dall'imam di Lugano Jelassi è stato raccolto oggi da diversi fedeli islamici che, al di fuori della funzione rituale, sono stati ospitati nella chiesa di Viganello a Lugano.

Un piccolo gesto che intende riaffermare i buoni rapporti tra le due comunità in Ticino e che è stato caldeggiato dallo stesso vescovo di Lugano Valerio Lazzeri.

Cristiani e islamici si sono trovati assieme contro le derive terroristiche che hanno insanguinato l'Europa, a un mese dalla barbara uccisione del parroco di Rouen per mano di due sedicenti affiliati all'ISIS. L'incontro si ripeterà in futuro in altri luoghi di culto, che potranno essere chiese cristiane o moschee in Ticino.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.