Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Nizza, confermata la terza vittima svizzera

La madre della piccola Kayla è stata uccisa della follia del tunisino 31enne. Alle 12 la Francia si è fermata per un minuto di silenzio

A mezzogiorno in punto la Francia intera si è fermata per un minuto di silenzio in memoria delle 84 vittime dell'attentato di giovedì scorso a Nizza. Non sono mancate le contestazioni nei confronti del primo ministro Valls.

Intanto, come si temeva negli scorsi giorni, c'è la conferma della terza vittima svizzera: le autorità francesi hanno reso noto che anche la madre della piccola Kayla è stata uccisa della follia omicida del tunisino 31enne.

Le indagini intanto non forniscono particolari elementi di novità e ancora resta da stabilire l'eventuale legame fra il killer di Nizza e lo stato islamico.

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×