Navigation

Ecco i due democentristi in corsa per la poltrona

© Keystone / Jean-christophe Bott

Albert Rösti e Hans-Ueli Vogt si contenderanno il posto in Consiglio federale che spetta all'UDC, che Ueli Maurer lascerà presto.

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 novembre 2022 - 22:56
tvsvizzera.it/MaMi con Keystone-ATS

Saranno il consigliere nazionale bernese Albert Rösti e l'ex consigliere nazionale zurighese Hans-Ueli Vogt i due candidati dell'UDC per la successione in Consiglio federale di Ueli Maurer. Lo ha deciso oggi il gruppo parlamentare democentrista.

Il servizio del TG:

Contenuto esterno

Non ce l'hanno fatta le altre personalità fattesi avanti per occupare il seggio UDC in Governo, ovvero il "senatore" bernese Werner Salzmann e i consiglieri di Stato di Nidvaldo Michèle Blöchliger e di Zugo Heinz Tännler.

I cinque candidati erano stati considerati tutti idonei, sia per curriculum che per esperienza per ambire a un posto sul ticket democentrista dalla "commissione cerca". L'unica raccomandazione formulata era che i nomi scelti fossero due.

L'elezione del delfino di Maurer in Consiglio federale è in agenda per il 7 di dicembre.

Rösti al primo turno, Vogt al quinto

Il presidente del gruppo parlamentare democentrista alle Camere federali Thomas Aeschi ha precisato che Albert Rösti è stato eletto al primo turno con 26 voti, quando la maggioranza assoluta era di 25. Hans-Ueli Vogt ha invece dovuto attendere il quinto turno per poter figurare sul ticket democentrista. L'ha spuntata dopo un lungo testa a testa sull'altro bernese Werner Salzmann.

Il 55enne Rösti figura sin dall'inizio quale favorito alla successione di Maurer in Governo, L'ex presidente del partito è considerato conciliante. La sua capacità di ascolto potrebbe piacere agli altri partiti. Ma ciò potrebbe anche costargli dei voti da parte degli esponenti della linea dura dell'UDC.

Vogt, professore di diritto ed ex consigliere nazionale, è il candidato della "potente" sezione cantonale zurighese dell'UDC, che ha avuto Christoph Blocher e Ueli Maurer eletti in Governo. Vogt si è talvolta discostato dalla linea democentrista, in particolare sul matrimonio per tutti o l'iniziativa sulle multinazionali responsabili.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?