Navigation

Ticino a Expo: solo finanziamenti privati

Unanime la decisione del Governo cantonale, che rinnova la fiducia al delegato Luigi Pedrazzini

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2014 - 07:31

Il Consiglio di Stato ticinese ha dunque svelato il "piano C". Dopo la bocciatura in votazione popolare il credito da 3,5 milioni di franchi, ha accantonato pure il ricorso al fondo della lotteria intercantonale Swisslos: "dev'essere evitato". La partecipazione del Cantone all'Esposizione universale va dunque finanziata con le sole donazioni, fatte o promesse, degli imprenditori.

Il Governo ha al contempo confermato la fiducia a Luigi Pedrazzini, delegato del Cantone per Expo, che dopo l'esito delle urne sul credito aveva rimesso il suo mandato.

Il servizio è di Alain Melchionda.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.