Navigation

Il Ticino declassa la partecipazione a Expo

Bocciato in votazione popolare il credito da 3,5 milioni di franchi; il Cantone sarà presente con un programma ridotto

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 ottobre 2014 - 22:11

Con il 54,51% di voti contrari, i ticinesi hanno respinto domenica il credito di 3,5 milioni di franchi per la partecipazione del Cantone all'Esposizione universale di Milano. La cifra avrebbe cofinanziato l'allestimento di uno spazio nel Padiglione svizzero dedicato ai cantoni del San Gottardo (Ticino, Uri, Grigioni e Vallese), così come eventi di promozione territoriale e progetti culturali e turistici legati a Expo 2015.

Dopo il lancio del referendum da parte della Lega dei ticinesi -che ha portato alla votazione popolare- i progetti e gli impegni erano già stati ridotti a 2,2 milioni. Impegni che saranno ora ulteriormente ridimensionati, e onorati con il ricorso al fondo della lotteria intercantonale Swisslos (che sussidia opere di beneficenza o d'interesse generale) e all'aiuto di privati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.