La televisione svizzera per l’Italia

SMISTO: un progetto per ridurre il traffico transfrontaliero

traffico
Passata la calma imposta dai lockdown, il traffico transfrontaliero è tornato ad aumentare. © Keystone / Ti-press / Francesca Agosta

Il progetto SMISTO coordinato tra l’Italia e il canton Ticino, il cui scopo è quello di ridurre il traffico causato da lavoratrici e lavoratori frontalieri, sta giungendo al termine della fase sperimentale.

Ogni giorno circa 70’000 pendolari italiani varcano il confine per raggiungere il Ticino: la conseguenza più evidente di questi spostamenti è il sovraccarico della rete stradale. La soluzione? L’uso dei mezzi pubblici. Il progetto transfrontaliero da 2 milioni di franchi SMISTO arriverà al termine della fase sperimentale a dicembre. Bizzarone è stato uno dei primi comuni a lanciarsi nella sperimentazione, offrendo un posteggio dove lavoratrici e lavoratori italiani possono lasciare l’auto e proseguire con un mezzo pubblico per raggiungere il posto di lavoro oltre confine.

Contenuto esterno

Insieme a Bizzarone, sono una quindicina i comuni che hanno messo a disposizione diversi stalli per il car pooling. Stalli il cui numero è aumentato con il ritorno alla normalità che, dopo un forzato stop dovuto alla pandemia, ha fatto aumentare il traffico privato transfrontaliero.

Una goccia nel mare, ma secondo il capo della Sezione della mobilità ticinese Mirco Moser, “è un inizio. Il vero obiettivo di questi posteggi” non è solo il carpooling (l’uso di una sola automobile per trasportare più persone), “ma è anche quello di poter usare il bus, che porta alla ferrovia. Quindi il vero trasporto collettivo è quello” su rotaia, ha dichiarato ai microfoni della Radiotelevisione della Svizzera italiana.

Intervenire con nuove infrastrutture va bene, ma non basta: bisogna far leva sulle abitudini che sono ancora dure a morire: “Prima di tutto creiamo qualcosa che possa essere offerto ai cittadini”, dice Claudia Maria Terzi, assessora ai trasporti della regione Lombardia. In questo modo si potrà avere in mano un elemento concreto quando lo si presenterà al pubblico.

Non cade però l’idea di favorire un’integrazione maggiore con i mezzi pubblici, anche se il problema in questo caso sono le leggi diverse tra Italia e Svizzera, dove il cabotaggio è proibito (veicoli di compagnie estere non possono effettuare trasporti a tappe all’interno della Confederazione). Una volta risolto questo problema, si potrà organizzare una rete di trasporti che vada incontro alle esigenze di queste lavoratrici e questi lavoratori. L’obiettivo futuro è chiaro: convincere il più persone possibili a lasciare l’auto a casa.

Altri sviluppi
Traffico congestionato sulle strade ticinesi

Altri sviluppi

Ancora troppe auto varcano la frontiera semivuote

Questo contenuto è stato pubblicato al Nonostante iniziative varie, campagne di sensibilizzazione e incontri ai due lati del confine il traffico pendolare resta un problema irrisolto.

Di più Ancora troppe auto varcano la frontiera semivuote


Attualità

confezioni wegovy ozempic e mounjaro

Altri sviluppi

Iniezioni dimagranti, attesi costi per centinaia di milioni

Questo contenuto è stato pubblicato al Il clamore e la curiosità attorno alle iniezioni per la perdita di peso, destinate in primis ai diabetici, stanno facendo lievitare enormemente i costi sanitari.

Di più Iniezioni dimagranti, attesi costi per centinaia di milioni
veicoli posteggiati

Altri sviluppi

Calano in Svizzera le immatricolazioni di veicoli stradali

Questo contenuto è stato pubblicato al Le vendite di veicoli a motore sono scese in giugno: sono stati immatricolati 33'100 auto, camion, bus e moto, con una flessione del 9% rispetto allo stesso periodo del 2023.

Di più Calano in Svizzera le immatricolazioni di veicoli stradali
zelensky

Altri sviluppi

Kiev apre a un dialogo con Mosca

Questo contenuto è stato pubblicato al Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha aperto la porta a una partecipazione della Russia a un prossimo vertice di pace tra i due Paesi.

Di più Kiev apre a un dialogo con Mosca
hollandiahutte

Altri sviluppi

Vallese, due alpinisti morti nella Fischertal

Questo contenuto è stato pubblicato al Ennesima tragedia della montagna: i cadaveri di due alpinisti svizzeri di 35 e 44 anni sono stati rivenuti lunedì tra l’Aletschhorn (4193 metri) e il Dreieckhorn (3811 metri).

Di più Vallese, due alpinisti morti nella Fischertal
presa elettrica

Altri sviluppi

Quasi un quarto dei prodotti elettrici in Svizzera è difettoso

Questo contenuto è stato pubblicato al Il 23% degli articoli elettrici controllati nel 2023 dall'Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI presentava difetti di maggiore o minore entità.

Di più Quasi un quarto dei prodotti elettrici in Svizzera è difettoso
L'auto è da rottamare.

Altri sviluppi

Intrappolato nell’auto, un bimbo si salva per miracolo nel canton Argovia

Questo contenuto è stato pubblicato al Domenica mattina nel territorio di Urnäsch (canton Argovia), un bimbo di 3 anni è rimasto intrappolato nell'automobile dei genitori finita in una scarpata per una sessantina di metri. A parte qualche taglio, il bambino è rimasto praticamente illeso.

Di più Intrappolato nell’auto, un bimbo si salva per miracolo nel canton Argovia

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR