La televisione svizzera per l’Italia

Sindacati contrari al mandato negoziale con l’UE

Il presidente dell Unione sindacale boccia il mandato negoziale con l UE.
Il presidente dell'Unione sindacale boccia il mandato negoziale con l'UE. ©keystone/peter Schneider

Le organizzazioni aderenti all'Unione Sindacale Svizzera (USS) bocciano le istruzioni messe a punto dal Governo federale per le imminenti trattative con l'Unione Europea.

Se non vi saranno correttivi al testo attuale l’USS, ha fatto sapere il presidente Pierre-Yves Maillard in un’intervista, i sindacati non lo sosterranno mai.

“Abbiamo finalmente fatto un passo avanti sulla protezione dei salari e siamo pronti a discutere l’adozione dinamica di una legislazione – ha riferito il dirigente sindacale alla NZZ am Sonntag – a condizione che siano garantiti l’attuale livello di controllo e gli strumenti di protezione”.

Contenuto esterno

I sindacati chiedono quindi contratti collettivi di lavoro più vincolanti in generale, migliori regole per il lavoro temporaneo e soprattutto respingono l’adozione dei regolamenti UE sulle spese professionali. Negativo anche il giudizio sulla liberalizzazione del trasporto ferroviario e sull’apertura del mercato dell’elettricità.

Su quest’ultimo aspetto Pierre-Yves Maillard osserva che non sono state le organizzazioni delle salariate e dei salariati a decidere di includere all’ultimo la liberalizzazione del trasporto ferroviario nel nuovo pacchetto negoziale ma il Governo e dei datori di lavoro il cui vero obiettivo, ha aggiunto, “non sembra essere un accordo con l’Europa: vogliono solo far passare un programma di liberalizzazioni qui in Svizzera.”

Alla luce di queste ragioni l’USS non sembra incline a concessioni. Chi crede infatti che i sindacati alla fine cederanno, spiega il presidente dell’USS, si sbaglia: “Non c’è alcuna possibilità che i sindacati accettino il pacchetto presentato dal Consiglio federale. Nessuno si faccia illusioni”.

In proposito il foglio settimanale sottolinea il ruolo decisivo di Pierre-Yves Maillard, poco incline a fare concessioni sulla tutela del lavoro, nel fallimento del primo tentativo di raggiungere un accordo tra Svizzera e UE nel 2021, che cui rispettive delegazioni avevano concordato una bozza di Accordo istituzionale.

Uno scenario che potrebbe ripetersi dal momento che senza i sindacati non c’è una maggioranza a favore del mandato negoziale.

I sindacati – sostiene il dirigente – sono gli unici a mettere sul tavolo le loro richieste in modo chiaro, ma non stanno ricevendo risposte né dal Consiglio federale né dai datori di lavoro.

Attualità

hamas fatah

Altri sviluppi

Accordo tra Hamas e Fatah

Questo contenuto è stato pubblicato al Hamas e Fatah, i due principali movimenti palestinesi, da anni rivali, hanno annunciato un accordo di unità nazionale per il dopo-guerra. Israele, però, non ci sta.

Di più Accordo tra Hamas e Fatah
vista aerea zurigo al tramonto

Altri sviluppi

Singapore, città più sicura al mondo per viaggiatori, Zurigo quinta

Questo contenuto è stato pubblicato al La sicurezza è una preoccupazione importante, per chi viaggia, specialmente se donne e LGBTQ. Secondo una nuova classifica di Forbes Advisor, Zurigo è la quinta città più sicura al mondo

Di più Singapore, città più sicura al mondo per viaggiatori, Zurigo quinta
benyamin netanyahu

Altri sviluppi

Netanyahu a Washington per una visita programmata

Questo contenuto è stato pubblicato al Il premier israeliano Benyamin Netanyahu si è recato lunedì a Washington per una visita programmata da tempo. Martedì è previsto un incontro con Joe Biden, mentre mercoledì terrà un discorso al Congresso.

Di più Netanyahu a Washington per una visita programmata
kamala harris

Altri sviluppi

Kamala Harris elogia Joe Biden

Questo contenuto è stato pubblicato al Lunedì c'è stata la prima apparizione pubblica di Kamala Harris dopo il ritiro di Joe Biden dalla corsa presidenziale statunitense. Niente campagna elettorale, ma elogi per Biden.

Di più Kamala Harris elogia Joe Biden
casa sepolta dai detriti a lostallo

Altri sviluppi

Ci vorranno almeno due anni per rimediare ai danni del maltempo in Mesolcina

Questo contenuto è stato pubblicato al Il comune di Lostallo (canton Grigioni), gravemente colpito dal maltempo un mese fa, prevede che ci vorranno almeno due anni per rimediare alle conseguenze del disastro naturale, stando alle autorità locali.

Di più Ci vorranno almeno due anni per rimediare ai danni del maltempo in Mesolcina
manette

Altri sviluppi

Uccide un 77enne in Germania, arrestato a Berna

Questo contenuto è stato pubblicato al Un 21enne, sospettato di aver ucciso otto giorni fa a Friburgo (Germania) un 77enne nel corso di un furto con scasso, è stato arrestato a Berna.

Di più Uccide un 77enne in Germania, arrestato a Berna

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR