Navigation

Marignano commemora 500 anni di neutralità svizzera

La battaglia del settembre 1515 alle porte di Milano fu una sconfitta per i mercenari elvetici, ma è un momento centrale per la storia della Confederazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 agosto 2015 - 23:29

Ricorre tra pochi giorni il cinquecentesimo della battaglia di Marignano, che fu una disfatta per i mercenari svizzeri ma rappresentò un momento centrale per la storia della Confederazione: segnò la fine della politica d'espansione e la svolta verso la neutralità.

Il 13 settembre, la morte di 12mila svizzeri assoldati dagli Sforza per affrontare i francesi sarà commemorata nei campi di Marignano, oggi San Giuliano Milanese, alle porte di Milano. Se ne occupa il Comitato pro Marignano, già promotore di pubblicazioni e simposi.

Non risuoneranno però pifferi e tamburi, alla rievocazione storica in costume si è preferita una voce narrante, che racconterà la storia per brani.

L'evento vedrà anche la presenza della presidente della Confederazione, Simonetta Sommaruga, e i festeggiamenti si protrarranno per una settimana nel comune di San Giuliano, dove la memoria della battaglia è molto sentita.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.