Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

La rivincita del vinile, vendite negli USA +50%

Oltreoceano, il mercato è cresciuto del 52,1% nella prima metà del 2015; sorpresa: i clienti più importanti di 'Record collector' hanno 14-16 anni

Per quanto sempre più persone comprino o ascoltino musica online, è proseguita nel 2015 la crescita del mercato dei dischi in vinile. Produzione e vendita di LP e 45 giri stanno andando a gonfie vele.

"Abbiamo assistito a un grande aumento di domanda", spiega Thomas Bernache, proprietario di Brooklynphono, uno dei pochi produttori di dischi in vinile negli Stati Uniti. Un mercato dichiarato morto alla fine degli anni Ottanta con l'avvento del compact disc, ma che soltanto nella prima metà del 2015 ha visto il 52.1% di crescita rispetto all'anno scorso. Oggi Brooklynphono produce fino a 15'000 LP alla settimana.

Negozi come The Record Collector, nei pressi di New York, che non hanno mai voltato la schiena al vinile, ora approfittano della crescita. "Le vendite di LP sono decollate", dice la proprietaria Sue Chrambanis, "le vendite di LP sono decollate. I ragazzi li comprano, tutti li comprano! Ed è fantastico!"

In effetti, i clienti non sono soltanto coloro che sono cresciuti col giradischi in casa, e il mercato dei "vecchi" LP beneficia delle nuove tecnologie: "Il nostro business online è molto più importante delle vendite nei negozi", dice ancora Chrambanis. "Penso che i ragazzi scarichino musica che non hanno mai sentito prima. Amano il rock degli anni '60-'70. E ora sono i nostri clienti più importanti. I ragazzi giovani, di 14, 15, 16 anni. Chi l'avrebbe mai detto?"

×